Zaniolo, Udogie e Calabria senza Nazionale: le esclusioni di Mancini fanno discutere

Al momento stai visualizzando Zaniolo, Udogie e Calabria senza Nazionale: le esclusioni di Mancini fanno discutere

ROMA – Uno è il capitano della squadra campione d’Italia. Un altro ha deciso l’ultima coppa europea vinta a maggio da una squadra italiana. Il terzo è stato acquistato un mese fa da una squadra di Premier per 20 milioni. Ma per Roberto Mancini, non meritano la maglia azzurra. Le convocazioni della nazionale italiana per le due partite di Nations League contro Inghilterra a Milano e Ungheria a Budapest fanno discutere.

Nazionale, gli esclusi di Mancini

Più che i nomi scelti dal tecnico, a sorprendere sono gli esclusi. Chissà se dobbiamo definirli bocciati o solo rimandati. Anche se non è dato sapere a quando, visto che a novembre gli azzurri non parteciperano ai Mondiali. E non certo per colpa loro. Per esempio, a Milano tanti si chiedano perché non chiamare Davide Calabria: non solo gli azzurri giocheranno nel suo stadio, il 23 settembre contro l’Inghilterra. Il ct nella sua posizione preferisce Di Lorenzo e Toloi, anche se l’esterno del Milan è stabilmente tra i migliori terzini destri del campionato. Il migliore a sinistra è, almeno in questo inizio di stagione, indubbiamente Destiny Udogie. Due gol, un traino dell’Udinese rivelazione. Il Tottenham ha versato per lui 20 milioni, lasciandolo poi in prestito in Friuli. Eppure, a 19 anni il ragazzo nato a Nogara da genitori nigeriani, giocherà probabilmente contro l’Inghilterra, sì, ma Under 21: Mancini ha preferito Emerson, Dimarco e Mazzocchi. Con l’Under 21 anche Fabio Miretti, titolare della Juventus.

Zaniolo e Frattesi, niente Italia

Ancora più sorprendente forse l’assenza nel reparto avanzato di un certo Nicolò Zaniolo. Dal gol che ha regalato alla Roma la sua prima coppa europea è un altro giocatore: lo ha fermato un infortunio alla spalla che non gli ha impedito però di allenarsi e di rientrare giovedì giocando titolare con l’Helsinki colpendo con due assist geniali. Mancini gli ha preferito come attaccanti esterni Gnonto, Cancellieri, Grifo e persino Zerbin, che nel Napoli vede il campo col contagocce. Chissà perché. A proposito di romanisti, sembrano bocciature quelle di Gianluca Mancini e Leonardo Spinazzola, tornati a giugno e non richiamati. Escluso pure Davide Frattesi: 2 gol in campionato, un’estate da desiderio di mercato delle big bloccato solo dalle richieste esosissime del Sassuolo. Eppure Mancini, che potrebbe averlo gratis, ha preferito altri. 

Zaniolo, Udogie e Calabria senza Nazionale: le esclusioni di Mancini fanno discutereFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
2 mesi fa

su udogie non mi pronuncio.
zaniolo é un balotelli bis… fará qualche partta deliziosa e scomparirá in molte altre.
calabria puó diventare pure il capitano del brasile, ma resa sempre uno scarpone.
é capitano del bilan solo perché é il giocatore italiano con maggior anzianitá, non certo perché é un campione.