Vlahovic prende la 9, Chiesa la 7: ma la 10 della Juventus resta un rebus

È solo un numero eppure per i calciatori e i tifosi fa tutta la differenza del mondo. Non si spiegherebbe altrimenti la fibrillazione nel mondo bianconero per l’indiscrezione sui numeri di maglia della prossima stagione. La vendita delle maglie ufficiali sullo Juventus Store online ha svelato la numerazione per la stagione ormai alle porte: conferme, come il cambio di Vlahovic, ma anche novità, come la 7 sulle spalle di Chiesa. Resta quindi irrisolto, ma vicino alla chiusura, il caso della 10: da capire se sarà sulle spalle di Pogba, Di Maria o semplicemente vacante.

La maglia di Pogba

Se potesse scegliere, il Polpo arriverebbe già a Torino con la 6 sulle spalle. Il rapporto con quel numero è profondo ma spesso ostacolato dagli eventi: alla Juventus fu il primo che indossò prima di lasciarlo per il 10 liberando la 6 per Khedira. Anche in Nazionale, prima di poter mettere le mani sul “sei”, sostituì il 19, il giorno del compleanno di suo fratello, con il 15, la cui somma fa proprio 6. Anche al Manchester United e con la Francia campione del Mondo il numero era sempre quello: tuttavia alla Juventus appartiene a Danilo, che giusto ieri ha svelato di voler chiudere la carriera in bianconero. Probabile che, nonostante non sia la sua preferita, la “dieci” sarà assegnata a lui, proseguendo nella grande tradizione bianconera legata a quella maglia, da sempre indossata da grandissimi campioni. Da non sottovalutare il possibile  regalo di Danilo, che da colonna dello spogliatoio  sa quanto sia importante avere un Pogba felice: a Madrid indossava il 23, al Manchester City il numero 3, tutti e due casualmente disponibili. D’altronde sono solo numeri, dicono in molti, anche se contano tantissimo.

Chiesa e Vlahovic

Il centravanti serbo aveva già anticipato il cambio sui social e la conferma è arrivata: con la partenza di Morata si è liberato il 9, quello dei bomber di razza, dei goleador che fanno impazzire i tifosi. Dopo aver indossato il 7 nella prima stagione alla Juventus, toccherà a Vlahovic proseguire nel filone dei grandissimi centravanti bianconeri: una maglia indossata negli ultimi anni da Vialli, Inzaghi, Ibrahimovic, Higuain e Morata. La 7 invece la prenderà Chiesa, in una giostra di numeri che ridisegnerà anche il merchandising bianconero proponendo ai tifosi nuovi abbinamenti. Sarà una nuova vita per quel numero, visto che dopo Ronaldo e Vlahovic finirà sulle spalle di un esterno d’attacco e non di un bomber, riacquistando quel significato antico che riportava la mente all’ala destra.

Il mistero del 22

Il cambio di maglia di Chiesa lascia  vacante il 22, che in bianconero negli ultimi anni è stata indossata più dai terzi portieri, da Isaksson a Carini, Mirante, Belardi e Perin, ma anche da Vidal e, appunto, Chiesa. La divisa libera ha alimentato i sogni  dei tifosi, visto che la indossa alla Roma uno degli obiettivi di mercato rimasti, cioè Zaniolo. Sogni di un mercato di mezza estate che hanno però fondamento: tuttavia il 22 fu indossato da Di Maria al Real Madrid ed è oltretutto il doppio dell’11, il preferito dal Fideo. Cifre che sono molto più di quello che sembrano: nel calcio diventato immagine il numero a volte conta quanto la maglia.

Vlahovic prende la 9, Chiesa la 7: ma la 10 della Juventus resta un rebusFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments