Verona-Venezia 3-1, la tripletta di Simeone fa volare l’Hellas

Verona-Venezia 3-1, la tripletta di Simeone fa volare l'Hellas

Il ciclone Simeone si abbatte sul Venezia. Ancora una volta. Il Cholito rompe il digiuno di gol che durava da oltre due mesi (ultimo centro il 12 dicembre contro l’Atalanta) e grazie ad una spettacolare tripletta trascina il Verona al successo per 3-1 al Bentegodi nel derby veneto contro i lagunari a cui nel match di andata aveva segnato una doppietta nell’incredibile rimonta da 0-3 a 4-3.

<< La cronaca della partita >>

Difesa inedita per Tudor

Tudor si affida al solito tridente Barak-Caprari-Simeone, ma sorprende schierando una difesa del tutto inedita con Sutalo (appena due presenze da titolare) e l’esordio dal 1′ del 18enne Coppola e del greco Retsos, acquistato nel mercato di gennaio ma la cui partita dura appena quattro minuti perché per infortunio deve lasciare il posto a Ceccherini. Zanetti se la gioca ed ha sete di vendetta dopo la sconfitta nel derby d’andata, ma nel primo tempo le occasioni sono poche. Il più pericoloso per i padroni di casa è Ilic, che per due volte fa la barba al palo dalla distanza, dall’altra parte poco prima dell’intervallo Montipò buca l’uscita da un corner, ma Caldara non ne approfitta di testa da buona posizione.

Uragano Simeone

Se nell’andata c’erano stati in totale sette gol, il paradosso delle porte inviolate non può durare a lungo. E infatti al 53′ Caldara perde ingenuamente palla, Simeone come un avvoltoio entra in area e fulmina il connazionale Romero per il vantaggio dell’Hellas: grande esultanza del Cholito che non andava a segno da otto gare. Il gol subito è un duro colpo per il Venezia, che si scioglie come neve al sole e al 63′ subisce il raddoppio ancora da Simeone che riceve da Faraoni e buca Romero sotto le gambe grazie alla deviazione di Busio.

Infortunio per Barak

L’unico neo per l’Hellas è l’infortunio di Barak, costretto a lasciare il campo a Lasagna per un problema muscolare. Degli ospiti nessuna traccia fino a quando Zanetti si gioca il triplo cambio (Nani-Johnsen-Vacca) e a 10′ dalla fine Okereke trova l’inserimento vincente di testa per superare Montipo’ e riaprire i giochi. A spegnere però definitivamente le speranze degli arancioneroverdi è ancora l’implacabile Cholito che riceve da Lasagna e supera Romero per la tripletta personale. Per il figlio del tecnico dell’Atletico Madrid è il 15° gol in campionato (record personale): lui si porta il pallone a casa, l’Hellas invece vola a 40 punti, può ritenersi salvo e, perché no, sognare l’Europa. Si fa dura invece per il Venezia, soprattutto dopo il successo del Cagliari e Torino: i lagunari sono terzultimi a -3 proprio dai sardi, ma con una partita in meno. La buona notizia per Zanetti è che non affronterà più Simeone, che ha segnato cinque gol in 180′ ai cugini veneti.

VERONA-VENEZIA 3-1 (0-0)
VERONA (3-4-2-1):
Montipo’; Sutalo, Coppola, Retsos (6’pt Ceccherini); Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic (42’st Depaoli); Barak (17’st Lasagna), Caprari (42’st Bessa); Simeone. In panchina: Frabotta, Hongla, Berardi, Chiesa. Allenatore: Tudor.
VENEZIA (4-3-3): Romero; Ampadu, Ceccaroni, Caldara, Haps (22’st Johnsen); Busio (34’st Tessmann), Crnigoj (22’st Vacca), Cuisance; Aramu (22’st Nani), Henry (27’st Nsame), Okereke. In panchina: Svoboda, Modolo, Mateju, Ullmann, Peretz, Fiordilino, Maenpaa. Allenatore: Zanetti.
ARBITRO: Sacchi di Macerata.
RETI: Simeone al 54′ e 63′, Okereke all’80’ e Simeone all’88’.
AMMONITO: Caldara.
ANGOLI: 5-5.
RECUPERO: 3′ e 4′.

Verona-Venezia 3-1, la tripletta di Simeone fa volare l'HellasFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments