Verona, Tudor: “Come inizio non c’è male…”

VERONA – Meglio di così Igor Tudor non poteva esordire. La sua gioia è palese davanti ai microfoni. “Sono contento, abbiamo centrato una bellissima vittoria, i ragazzi sono stati straordinari per intensità, per reazione, per gioco. Ma quello che conta di più è l’iniezione di fiducia. la fiducia nel calcio è tutto. Dopo il gol subito si poteva crollare, potevamo avere un contraccolpo mentale non buono. Questa è stata la chiave per vincere”.

E spiega
“Ci abbiamo creduto. Sempre. E lo abbiamo dimostrato facendo bene le cose, tenendo sempre lo stesso ritmo dall’inizio alla fine. Così siamo riusciti a vincere”
Dove bisogna migliorare
“In tante cose, per esempio nella fisicità che in questo calcio è sempre più importante. Ma già oggi lo abbiamo dimostrato: dopo il 2 a 2 avere le energie per andare a vincere non è cosa da tutti”
Lei è la continuità di Juric?
“Ivan qui ha fatto un grandissimo lavoro, nei suoi due anni. ma io cerco di dare qualcosa di mio”
Cosa?
“E’ presto per dire cosa ho fatto. In tre giorni prima di giocare ancora, lavori sulle energie mentali, sulla fiducia, cerchi di dire a tutti che occorre fare il minor numero di errori possibili, anzi, meglio non farne. Ho lavorato sull’energia, sulla convinzione. Dove possiamo arrivare lo dirà la voglia di soffrire che metteremo in campo. Direi che come inizio non c’è male, anche su questo piano”
Lei ha riproposto Bessa, perchè?
“Perchè mi è piaciuto tanto. Perchè è forte. Gli ho visto fare cose molto interessanti insieme a Barak e Ilic. Ma ci sarà spazio per tutti, certamente, il campionato è lungo. Possiamo solo crescere”. 

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x