Venezia, Zanetti:: “Episodi mai dalla nostra parte”

Venezia, Zanetti:: "Episodi mai dalla nostra parte"

VENEZIA – Ancora una partita senza punti, l’ottava di fila, per il Venezia, che prosegue nel suo girone di ritorno infernale. Stavolta a fare bottino pieno in Laguna è l’Atalanta, che passa per 3-1 al ‘Penzo’. “Diciamo che gli episodi in questo momento non arrivano mai dalla nostra parte: per un centimetro non abbiamo fatto gol noi, per un centimetro l’hanno fatto loro – il commento amaro del tecnico Paolo Zanetti – Fino al 44′ potevamo andare negli spogliatoi col pareggio, poi Muriel ha saltato quattro giocatori, traversa, rimpallo ed è andata così. La partita era difficile di per sé, perché ci sono un paio di categorie di differenza tra noi e loro, i valori tecnici sono evidenti e noi siamo in condizioni psicologiche non semplici. Dopo l’episodio del gol annullato a inizio gara ad Henry ci siamo abbassati tanto, poi il loro uno-due ci ha messo in difficoltà e abbiamo rimesso fuori la testa che era troppo tardi. Il secondo tempo si è aperto con la consegna della partita nelle mani dell’Atalanta, ma stavamo in campo, anche se non abbiamo la forza d’animo per contrastare un due a zero”.

“Ci giocheremo il tutto per tutto nelle ultime gare”

La salvezza si fa sempre più difficile. “Con lo Spezia abbiamo perso al 94′, questo ci ha messo ulteriormente in difficolta e non ha interrotto il periodo difficile che con le prestazioni sul campo avevamo svoltato. Dobbiamo però guardare in faccia alla realtà, senza mollare mai, salvaguardando l’orgoglio – rileva l’allenatore del Venezia a Dazn -. E’ dura, difficile, il calendario non è semplice ma non è impossibile: abbiamo partite dove possiamo fare punti, poi alla fine tiriamo le somme. Oggi è stata una gara difficile, ora abbiamo la Juve, sono partite proibitive, bisogna fare miracoli per vincerle. Ma le ultime dovremo giocarci il tutto per tutto. Se avremo un lumicino di speranza sarà nel rush finale, momento in cui dovremo tirar fuori tutto e il campo sarà giudice”.

“Mi prendo le mie responsabilità ma non mollo”

Dopo aver ringraziato la curva per il sostegno, Zanetti ha voluto dividere oneri e onori. “Non possiamo pretendere che la gente sia felice e che ci sostenga a prescindere. Veniamo da un periodo lungo di momenti difficili, dobbiamo essere noi a portare la gente dalla nostra parte. Tutti mi conoscono, non sono uno che molla, non mollerò mai fino all’ultimo respiro. Mi prendo le responsabilità per la mia area di competenza ma per quello che mi riguarda sarò l’ultimo ad abbandonare questa barca. La responsabilità è condivisa, è di un gruppo di lavoro che non ha lavorato al top per esser competitivi in questa categoria. In alcune situazioni troppo per come abbiamo deciso di affrontarla. Si è fatta una scelta di cultura, con ragazzi bravi ma che hanno bisogno di tempo, che dimostrano futuro – conclude il timoniere del Venezia – ma che quando l’arbitro fischia viene meno”.

Venezia, Zanetti:: "Episodi mai dalla nostra parte"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments