Venezia-Sampdoria 0-2: Caputo rilancia i blucerchiati

Venezia-Sampdoria 0-2: Caputo rilancia i blucerchiati

VENEZIA – Lo scontro salvezza del Penzo sorride alla Sampdoria. I blucerchiati approfittano delle leggerezze del Venezia per imporsi 2-0, con la doppietta firmata nel primo tempo da Caputo. L’uno-due dell’ex attaccante del Sassuolo indirizza una gara che, senza le ingenuità di Maenpaa e Fiordilino, poteva restare in bilico fino alla fine. La squadra di Zanetti, colpita duramente nel morale, non mostra mai concreti segnali di reazione e incassa la quarta sconfitta consecutiva che complica il suo cammino nella lotta per non retrocedere. Attenta in fase difensiva e cinica nell’approfittare degli errori dei veneti, invece, la Sampdoria interrompe la serie negativa di tre ko di fila e aggiunge un tassello pesantissimo nella costruzione della salvezza.

<< La cronaca della partita >>

Sabiri al fianco di Sensi

Con Romero e Lezzerini ancora ai box, Zanetti deve affidarsi a Maenpaa tra i pali. In difesa, dove in mezzo rientra Ceccaroni, Ebuehi vince il ballottaggio con Mateju a destra, mentre in mediana Fiordilino ha la meglio su Busio. Spazio a Nani sulla sinistra nella linea a tre alle spalle di Henry. Giampaolo, costretto a rinunciare agli infortunati di lungo corso Damsgaard e Gabbiadini, lancia Sabiri dal primo minuto in coppia con Sensi sulla trequarti. A centrocampo Ekdal batte la concorrenza di Rincon. La metà iniziale della prima frazione di gioco si dipana sui binari dell’equilibrio e non regala particolari sussulti. Al 9′ ci prova il Venezia con la conclusione da fuori di Ampadu, ribattuta da Ferrari. La Sampdoria affida la propria risposta al rasoterra di Sensi, debole e centrale per impensierire Maenpaa.

Uno-due micidiale di Caputo

I lagunari sono più propositivi, ma al 24′ uno svarione di Maenpaa complica il piano partita dei padroni di casa. Il portiere finlandese indugia troppo in area, favorendo l’intervento in scivolata di Sabiri, che spiana la strada al comodo appoggio di Caputo nella porta sguarnita. Gli arancioneroverdi cercano di reagire al 32′, quando Henry stacca di testa e manda alto sopra la traversa, prima di completare il loro harakiri al 38′: Fiordilino perde una brutta palla in uscita sulla pressione di Sabiri, Sensi impegna Maenpaa alla deviazione in tuffo, sulla quale si avventa Caputo siglando la sua personale doppietta.

Reazione sterile del Venezia

In avvio di ripresa il Venezia prova ad aumentare la pressione, senza però creare significative occasioni dalle parti di Audero. I cambi effettuati dai due tecnici non alterano gli equilibri. La gestione del possesso palla resta prevalentemente in mano ai padroni di casa, incapaci di affondare in modo efficace al cospetto di una Sampdoria che continua a difendersi con grande applicazione. I lagunari costruiscono solo qualche potenziale chance, la principale con Haps all’80’, ma di fatto non riescono mai a concludere nello specchio della porta avversaria, se non in pieno recupero quando Audero è decisivo su Ceccaroni, e chiudono il match in dieci per il rosso per proteste a Henry, che manda su tutte le furie Paolo Zanetti. La Samp sfiora il tris nel finale con Caputo e trova una vittoria preziosissima. Il Venezia resta terzultimo, senza approfittare del ko casalingo del Cagliari nell’anticipo del sabato.

Venezia-Sampdoria 0-2 (0-2)
Venezia (4-2-3-1): Maenpaa; Ebuehi (35′ st Crnigoj), Caldara, Ceccaroni, Haps; Fiordilino (11′ st Busio), Ampadu; Aramu, Okereke (11′ st Nsame), Nani (23′ st Kiyine); Henry. All. Zanetti.
Sampdoria (4-3-2-1): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley (44′ st Yoshida), Murru (39′ st Augello); Candreva (27′ st Rincon), Ekdal (39′ st Vieira), Thorsby; Sabiri, Sensi (27′ st Quagliarella); Caputo. All. Giampaolo.
Arbitro: Orsato di Schio.
Reti: 24′ e 38′ pt Caputo.
Note – mattinata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Espulso al 41’st Henry per doppia ammonizione. Ammoniti: Haps, Sabiri, Henry, Okereke, Busio. Angoli: 4-3 per la Sampdoria. Recupero: 1′; 5′.

Venezia-Sampdoria 0-2: Caputo rilancia i blucerchiatiFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments