Udinese-Venezia 3-0: Pussetto, Deulofeu e Molina firmano il tris friulano

UDINE –  Sulle ali dell’entusiasmo per il pari in rimonta contro la Juventus, l’Udinese travolge 3-0 il Venezia nella seconda giornata di campionato. I friulani fanno valere il maggiore tasso tecnico rispetto ai lagunari, che pagano a caro prezzo la loro inesperienza e accusano un passivo alla fine probabilmente troppo pesante. Dopo un buon inizio, gli arancioneroverdi vengono puniti da Pussetto, mentre nella ripresa sono Deulofeu e Molina a chiudere i conti.

<<La cronaca della gara>>

Zanetti lancia Okereke e Henry

Rispetto alla gara di domenica scorsa contro la Juventus Gotti cambia una sola pedina, con Stryger Larsen che prende il posto di Udogie sulla sinistra. In avanti confermato Pereyra al fianco di Pussetto. Zanetti deve fare a meno di Maenpaa, fermato da problemi alla schiena: a difendere la porta è Lezzerini, titolare a quasi otto mesi dall’infortunio al ginocchio. In attacco spazio ai nuovi acquisti Okereke e Henry, preferito a Forte.

Silvestri ipnotizza Johnsen

I lagunari approcciano la gara con personalità e costringono i friulani sulla difensiva. La palla buona per sbloccare subito il risultato la serve Henry a Johnsen, che si presenta a tu per tu con Silvestri, abile a restare in piedi fino all’ultimo e a respingere il tocco sotto ravvicinato del norvegese. L’Udinese fatica a uscire dalla sua metà campo con azioni manovrate, ma mostra a più riprese di poter fare male in contropiede.

Pussetto non perdona

Al 13′ un errore di Svoboda permette a Pussetto di partire in campo aperto e il recupero di Caldara si rivela provvidenziale. Due minuti più tardi Lezzerini devia in corner con la punta dei guantoni un tiro di Arslan che sembrava indirizzato all’angolino. Il Venezia non rinuncia a giocare, ma al 29′ presta il fianco alla ripartenza di Molina che serve Pussetto a centro area, dopo un’incontenibile discesa sulla fascia: l’argentino stoppa di petto e scarica la palla in rete con il destro.

Okereke sfiora il pari

Gli ospiti accusano lo svantaggio e approfittano dell’intervallo per cercare di riordinare le idee. Al ritorno in campo gli arancioneroverdi sembrano rigenerati e Okereke sfiora il pari al 52′, quando trova sulla sua strada un Silvestri ancora determinante. La spinta del Venezia, però, si esaurisce presto e i cambi effettuati dai due allenatori aumentano il divario tecnico tra le squadre.

Deulofeu e Molina chiudono i giochi

Deulofeu entra alla grande e al 70′ firma il raddoppio, sfruttando una palla persa da Busio al limite dell’area: Lezzerini si oppone al tiro di Arslan, ma non può nulla sul tap-in dello spagnolo. Il 2-0 è una mazzata che appesantisce anche la testa, non solo le gambe, degli uomini di Zanetti. I padroni di casa amministrano e nel finale calano il tris con una botta di Molina su assist di Stryger Larsen. Gotti si gode i quattro punti in due partite, Zanetti attende la sosta per provare a rigenerare i suoi.

Udinese-Venezia 3-0 (1-0)

Udinese (3-5-1-1): Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir; Molina, Arslan (35′ st Jajalo), Walace (46′ st Udogie), Makengo (16′ st Deulofeu), Stryger Larsen; Pereyra; Pussetto (35′ st Okaka). All. Gotti.

Venezia (4-3-3): Lezzerini; Mazzocchi, Caldara, Svoboda (33′ st Schnegg), Ceccaroni; Crnigoj, Busio (26′ st Vacca), Heymans (12′ st Peretz); Okereke, Henry (33′ st Forte), Johnsen (26′ st Sigurdsson). All. Zanetti.
Arbitro: Marinelli di Tivoli .
Reti: 29′ pt Pussetto, 25′ st Deulofeu, 49′ st Molina.
Note – Pomeriggio caldo, campo in buone condizioni. Ammoniti: Heymans, Samir, Vacca, Okaka, Schnegg. Angoli: 7-2. Recupero: 0′; 4′.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime