Torino-Napoli 0-1, decide Fabian Ruiz: gli azzurri blindano il terzo posto

Torino-Napoli 0-1, decide Fabian Ruiz: gli azzurri blindano il terzo posto

TORINO – A fare la differenza nel finale è stato l’unico gol di Fabian, che ha consentito al Napoli di superare di misura il Torino e mettere un’ipoteca quasi definitiva sul terzo posto della classifica, al termine di una gara molto equilibrata e combattuta. Missione compiuta per Spalletti, nonostante il rigore fallito da Insigne a metà della ripresa. Per Juric il rammarico per un paio di belle occasione create da Belotti: bravo e sfortunato.

<<La cronaca della gara>>

C’erano tutti i presupposti per una classica e incolore partita di fine campionato, tra due squadre che hanno sostanzialmente già raggiunto i rispettivi obiettivi e per questo almeno in teoria meno motivate. Invece Torino e Napoli hanno onorato l’impegno con l’atteggiamento giusto e ne è quindi venuto fuori un duello combattuto fin dalle prime battute, con tanti scontri e azioni pericolose da entrambe le parti. Ad accendere subito la miccia è stato un bel colpo di testa di Belotti (8′), che ha costretto Ospina a tuffarsi all’indietro per impedire al pallone di finire nell’angolo basso. Gli azzurri hanno avuto invece bisogno di qualche minuto in più per svincolarsi dal pressing altissimo di Juric e Spalletti si è arrabbiato parecchio in panchina specialmente con Rrahmani e Fabian: i più a disagio nella costruzione della manovra. Ma Anguissa (11′) ha dato la scossa ai suoi compagni con un rasoterra di poco a lato e nel successivo quarto d’ora Berisha si è spaventato anche per la punizione alta di un soffio di Mertens (24′) e per un colpo di testa ravvicinato di Insigne. Poi ci ha pure provato Osimhen (31′) con un diagonale da posizione troppo defilata, deviato in angolo dal portiere granata. Soltanto intorno alla mezz’ora i giocatori hanno tirato il fiato e la gara è diventata così più spezzettata, con un paio di contrasti aerei assai ruvidi in cui hanno avuto la peggio Osimhen e Lozano.

L’agonismo ha preso il sopravvento fino all’intervallo e ne ha risentito lo spettacolo, dopo l’inizio che era stato invece più vivace e promettente. Qualche recriminazione in più per il Napoli, con i dubbi rimasti per il possibile rigore negato a Koulibaly a metà del primo tempo. La squadra di Spalletti non è riuscita però a imporre la sua tecnica e ha aiutato il Torino a rimanere sempre in gara con le sue armi migliori: grinta, corsa e organizzazione. Ma al quarto d’ora della ripresa è arrivata lo stesso per gli azzurri una grande chance, quando Izzo ha agganciato il piede di Mertens in piena area e l’arbitro Prontera ha fischiato senza esitazioni il calcio di rigore. Insigne non è riuscito tuttavia a superare dal dischetto Berisha, che è stato bravo a respingere il tiro a mezza altezza.

Il Torino ha allora preso ancora più coraggio e per poco Belotti non è riuscito a fare centro con un bel diagonale (22′), fuori di un soffio. Poi è cominciata la girandola dei cambi e Juric è stato tradito da un errore in disimpegno del nuovo entrato Pobega, che si è fatto rubare sulla trequarti il pallone da Fabian, bravo sugli sviluppi dell’azione ad armare il suo sinistro e a infilare (28′) Berisha. Nel Napoli è stato invece sicuramente positivo l’impatto dalla panchina di Lobotka, Politano e Zielinski, che hanno messo in difficoltà altre volte la difesa avversaria nel finale. La reazione dei granata è andata a sbattere invece quasi sempre sulle chiusure di Koulibaly, di una spanna il migliore in campo. Belotti ci ha provato allora di nuovo su punizione (44′), parata da Ospina. Ma è stata l’ultima emozione della partita, conclusa Berisha in attacco nel 5′ del recupero.

Torino-Napoli 0-1, decide Fabian Ruiz: gli azzurri blindano il terzo postoFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
17 giorni fa

ma se il napoli é 3°, volete dire che la gloriosa juve, con il glorioso allegri del glorioso agnelli e con il fumoso vlahovic…
DEVE FARS I PRELIMINARI PER USCIRE DALLA CHAMPIONS AI QUARTI?