Torino, Juric: “Torniamo a essere credibili, poi alzeremo il livello”

TORINO – Un bel Toro che riscatta il ko col Milan e travolge per 3-0 la Sampdoria grazie soprattutto a un secondo tempo totalmente dominato. E’ anche arrivato il centesimo gol in A di Belotti a completare la festa e il tecnico Ivan Juric non può che essere soddisfatto e puntare ad alzare il livello anno dopo anno.

“Anno dopo anno voglio alzare il livello”

“Belotti è un ragazzo speciale, non solo come calciatore ma per come vive questo lavoro, con passione e intensità – ha detto Juric ai microfoni di Sky Sport -. Oggi ha fatto benissimo, una mezz’ora ad altissimi livelli”. “Con la Sampdoria è stata una partita difficile, il primo tempo è stato molto fisico e non era facile. Abbiamo segnato un gran primo gol, poi ci siamo sbloccati dopo il secondo e ne potevamo segnare tanti di più. Dopo l’espulsione abbiamo giocato a livelli veramente alti – ha aggiunto il tecnico granata, cui viene chiesto del mercato di gennaio – Secondo me c’è un cambio di generazione, serviva un po’ di coraggio nel mettere qualche giocatore giovane in più. Ora ne abbiamo alcuni, poi sicuramente troveremo delle difficoltà, ma dovrà essere una crescita costante. Lottare per l’Europa? Ora dobbiamo riprendere un po’ di credibilità, poi anno dopo anno vorrò sempre di più e alzare il livello. Il presidente è un tifoso e generoso, dobbiamo convincerlo con comportamento e prestazioni”, ha concluso Juric.

Belotti: “Voglia di rivalsa”

“Quando entro in campo cerco di dare tutto me stesso, dentro di me c’è un po’ di rivalsa dopo due stagioni deludenti e al di sotto le aspettative. Vogliamo rendere felici i tifosi che ci seguono sempre”. Così Andrea Belotti, tornato al gol contro la Sampdoria. Il ‘Gallo’ ha segnato la centesima rete in A, in termine di età meglio di lui solamente Gilardino e Roberto Baggio. “Per me è un onore essere accostato a questi campioni, i miei gol servono a portare punti alla squadra e sono qui per questo. La maglietta celebrativa non l’abbiamo preparata perché aspettavamo il momento giusto – ha detto il capitano granata a Sky Sport – Il mio rapporto con la società? Col mister sono stato chiaro del primo giorno, ho espresso la mia volontà di rimanere e poi di fare valutazioni per prendere una decisione: questo è il patto fatto e sono sempre rimasto tranquillo”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x