Svizzera, Yakin: ”Dovremo fare tanti gol. E in panchina ascolteremo cosa fa l’Italia”

“Dovremo fare tanti gol, l’ideale sarebbe segnare subito. Dovremo attaccare ed essere coraggiosi, ma credo che non sia necessario rivoluzionare il nostro sistema di gioco”. Il ct della Svizzera, Murat Yakin, presenta così la sfida contro la Bulgaria, decisiva per l’ultima giornata di qualificazione al Mondiale di Qatar 2022.

“Dalla panchina sentiremo l’Italia”

La situazione del girone C vede Italia e Svizzera in perfetta parità a 15 punti. In caso di doppio successo, però, gli elvetici devono sperare di vincere con uno scarto superiore di due gol rispetto al punteggio degli Azzurri in Irlanda del Nord. Per questo contro la Bulgaria è necessaria una goleada: “Abbiamo molte assenze in difesa – dice Yakin -. Ma dobbiamo avere un approccio offensivo, giocando da squadra. Gavranovic può giocare un ruolo importante, con la sua esperienza, la sua intelligenza. Avremo bisogno di velocità e dinamismo. Certo, sarebbe bello segnare subito”. Il ct biancorosso ammette poi che si seguiranno gli aggiornamenti live da Belfast: “Cercheremo di essere a conoscenza del risultato dell’Italia in maniera tale da poter reagire in ogni circostanza. Ma penso che dobbiamo concentrarci sul nostro gioco, dobbiamo segnare più gol possibili. Lo stadio può aiutarci a mettere ancora più pressione”. Ultima battuta su Shaqiri, che toccherà le 100 presenze in nazionale: “Gli ho già fatto i complimenti. È un grande traguardo. Spero che lui, ma anche la squadra, possano festeggiare ancor di più domani. Sarebbe bello per lui segnare, ma se fa più assist va bene uguale”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x