Spezia, Motta: “Bravi anche in 10, mi aspetto delle scuse come per le grandi società”

LA SPEZIA – “La nostra squadra con un uomo in meno ha tenuto il campo contro una grande come la Roma, purtroppo è finita come è finita. La strada è giusta, lo spirito di lavorare uno per l’altro c’è: per questo sono orgoglioso di questi ragazzi”. Thiago Motta parla con fierezza della prestazione del suo Spezia, beffato soltanto da un rigore arrivato all’ultimo pallone giocabile del match: “Noi siamo in campo sempre per vincere, oggi abbiamo giocato un primo tempo in certi momenti con troppi sbagli tecnici. In certi momenti nella ripresa siamo riusciti anche a creare pericoli contro una squadra pensata per arrivare in Champions, ci siamo difesi come abbiamo potuto, peccato: per quello che abbiamo fatto, avremmo meritato il punto. Non ci lamentiamo, non faremo le vittime”.

Il nodo dell’espulsione

Stuzzicato sul rosso di Amian, Motta deve però prendere posizione: “L’unica cosa che mi aspetto è di ricevere le scuse che sono state fatte alle grandi società, a vedere l’espulsione mi viene da ridere se penso a come si gioca in Europa. Non voglio commentare episodio per episodio, penso arriveranno delle scuse nei confronti dello Spezia Calcio, come è stato fatto in tutto il campionato. Capisco che la pressione si alza, le squadre grandi iniziano a lamentarsi. Non commento l’uso che si fa del Var, le interpretazioni vengono fatte sempre in base a un interesse. Anche io sono di parte ma cerco di essere lucido, anche il rigore per me è dubbio”. Lo Spezia è comunque uscito tra gli applausi: “Al di là del risultato, vado a casa sereno così come i miei giocatori: hanno giocato da squadra anche nei momenti più difficili, con una fase offensiva e difensiva all’insegna dell’aiuto reciproco”.

Spezia, Motta: "Bravi anche in 10, mi aspetto delle scuse come per le grandi società"Fonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments