Spezia-Fiorentina 1-2: decide Cabral al 90′

Al momento stai visualizzando Spezia-Fiorentina 1-2: decide Cabral al 90′
Spezia-Fiorentina 1-2: decide Cabral al 90'

Una rete di Cabral al 90′ e la Fiorentina risolve così una sfida che non si schiodava dalla parità. Complici i ritmi bassi e il carattere di uno Spezia che, nonostante l’inferiorità numerica per espulsione di Nikolaou all’80’, aveva resistito. Niente può però sul tiro dell’attaccante brasiliano, entrato al posto di Jovic nella ripresa, che decide con la sua seconda rete di fila in campionato una mischia incredibile. Era stata un’entrata scellerata di Nikolaou proprio sulla sua tibia del brasiliano a chiamare l’arbitro al Var e poi a estrarre il cartellino rosso. Italiano può festeggiare, 203 giorni dopo, il ritorno al successo lontano dal Franchi. E lo fa di fronte al suo ex pubblico che lo ha accolto con sonori fischi all’inizio e per tutta la sfida. La Fiorentina così raggiunge quota 13 punti e sale momentaneamente al dodicesimo posto in classifica. Per lo Spezia è notte fonda, con la squadra di Gotti contestata a fine partita dalla sua curva. Adesso gli spezzini sono a sole tre lunghezze dalla Sampdoria, battuta a sua volta dall’Inter e che occupa la terzultima posizione. Nel primo tempo il botta e risposta tra la rete di Milenkovic, al 14′, che sblocca la gara con un colpo di testa che batte Dragowski. Poi al 35′ il pareggio di Nzola su assist di Ekdal. Ottime occasioni sui piedi e sulla testa di Jovic così come Gotti se l’è giocata in velocità con le ripartenze che in più di un’occasione hanno messo i brividi a Terracciano (bravissimo) e alla difesa viola.

<< La cronaca della partita >>

Nzola risponde a Milenkovic

L’accoglienza per Vincenzo Italiano è davvero calda, un po’ come i gradi sul termometro in un autunno decisamente estivo anche a La Spezia. Tanti fischi per l’ex allenatore che una volta era di casa al Picco. Dopo una brillante partenza dello Spezia, al 14′ arriva il vantaggio della Fiorentina sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Biraghi, con Milenkovic che di testa svetta e batte l’ex viola Dragowski. Poco dopo la squadra di Italiano avrebbe il pallone giusto per raddoppiare: Ikonè lavora bene in area e poi appoggia per Jovic che calcia e colpisce un palo clamoroso. Terracciano deve metterci del suo per contenere la reazione dei padroni di casa ma al 35′ non può nulla sulla testa di Ekdal che serve in area Nzola: botta forte sotto porta e pareggio meritato per la squadra di Gotti.

La risolve Cabral

Lo Spezia cala in maniera vistosa dal punto di vista fisico, mentre la Fiorentina prova a vincerla. A un certo punto Italiano schiera una sorta di 4-2-4 pur di rischiare qualcosa. Trazione ultra offensiva ma anche maggiori spazi concessi alle ripartenze della squadra di Gotti. Jovic ci prova prima di testa e poi con un tiro che finisce di un soffio a lato. Lo Spezia si fa vedere con una conclusione di Strelec, sulla quale Terracciano vola in angolo. Poi il rosso diretto per Nikolaou, autore di un’entrata scellerata sulla tibia di Cabral a metà campo. L’arbitro rivede al Var, perché in presa diretta non lo aveva giudicato falloso. Ma non accade niente più, fino al 90′, quando Cabral risolve con un tiro preciso e potente una mischia. Tutti corrono ad abbracciarlo e così la Fiorentina ritrova la vittoria dopo un mese e mezzo dall’ultima volta. 

Spezia-Fiorentina 1-2 (1-1)
Spezia
(3-5-2): Dragowski; Ampadu, Kiwior, Nikolaou; Holm (23′ st Strelec), Bourabia, Ekdal, Agudelo, Reca (15′ st Amian); Gyasi (36′ st Hristov), Nzola. (1 Zoet, 40 Zovko, 7 Sala, 10 Verde, 16 Beck, 21 Ferrer, 28 Ellertsson, 29 Caldara, 30 Maldini, 31 Sher, 39 Nguiamba, 89 Sanca). All.: Gotti.
Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Dodò (32′ st Terzic), Milenkovic, Quarta, Biraghi; Bonaventura (17′ st Saponara), Amrabat (1′ st Duncan), Mandragora; Ikonè (46′ st Maleh), Jovic (32′ st Cabral), Kouame. (31 Cerofolini, 95 Gollini,  15 Terzic, 16 Ranieri, 23 Venuti, 27 Zurkowski, 42 Bianco, 72 Barak, 98 Igori). All.: Italiano.
Arbitro: Massa di Imperia.
Reti: nel pt 14′ Milenkovic, 35′ Nzola; nel st 45′ Cabral.
Angoli: 5-5.
Recupero: 1′ e 5′.
Ammoniti: Reca, Ikonè, Amrabat, Ekdal, Amian, Gyasi, Maleh per gioco falloso.
Espulsi: Nikolaou al 36′ st.
Spettatori: 10.500.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments