Spalletti spinge il Napoli: “Tenere palla e comandare, solo così possiamo battere i Rangers”

Al momento stai visualizzando Spalletti spinge il Napoli: “Tenere palla e comandare, solo così possiamo battere i Rangers”

GLASGOW – Il rinvio di un giorno della partita non cambia le strategie del Napoli, arrivato in Scozia per dare continuità all’impresa contro il Liverpool e proseguire il suo percorso netto in Champions League. Ma Luciano Spalletti sa che contro i Rangers sarà un’altra partita, soprattutto dal punto di vista ambientale. “Ibrox è uno stadio mitico, caldissimo: complessivamente ci è toccato un girone da romantici del calcio, con tante squadre di prestigio internazionale. Gli scozzesi moltiplicano sempre le forze davanti ai loro tifosi e in più non hanno giocato in campionato, anche se con la motivazione importante della scomparsa della regina. Come Napoli facciamo le condoglianze a tutti e non ci lamentiamo del cambiamento di programma, con l’unico dispiacere forte di non poter avere accanto in questa trasferta i nostri tifosi, per la chiusura del settore ospiti. Questo sarà sicuramente un handicap, i miei giocatori però hanno abbastanza esperienza e personalità per affrontare senza paura un ambiente ostile: sono sicuro che non si faranno condizionare dalle pressioni esterne”.

“Tenere la palla e comandare”

Spalletti sa che in casa i Rangers si trasformano. “Questa è una squadra che si esalta nel suo stadio. C’è un clima unico, il blasone conta. Rappresenta un’energia superiore. Ho letto le interviste di alcuni ex giocatori della squadra scozzese: di fronte a un pubblico così caldo è impossibile non avere reazioni importanti. Ma abbiamo giocato anche nella scorsa stagione in stadi dove si può trovare questa pressione e la passione esercitata durante il match dai tifosi avversari ha un peso. Ho una certezza: non possiamo utilizzare le stesse armi che hanno loro, rischiamo di perderla se giochiamo in questa maniera. C’è solo un modo per modellare le vampate che ci arriveranno addosso, dobbiamo tenere palla e comandare”.

I giocatori del Napoli sul terreno di gioco di Ibrox Stadium I giocatori del Napoli sul terreno di gioco di Ibrox Stadium
I giocatori del Napoli sul terreno di gioco di Ibrox Stadium (afp)

Simeone in vantaggio su Raspadori

Il tecnico non si è lamentato delle indisponibilità in attacco di Osimhen e Lozano – nemmeno convocati – e si è soffermato sul ballottaggio per sostituire il bomber nigeriano. “Uno come Raspadori può aiutarci a non dare punti di riferimento alla loro difesa, anche se stavolta probabilmente ci vogliono caratteristiche differenti. Ci devo pensare bene. E’ normale valutare tutto. Con Simeone attacchiamo più la profondità: è una delle sue caratteristiche e ha una grande voglia di giocare”. Tutto lascia pensare insomma che la spunterà l’argentino, già a segno contro il Liverpool. Il resto della formazione dipenderà dalla consistenza del turn over, con Kim e Olivera pronti al rientro e la conferma del centrocampo migliore. “Le partite messe nelle gambe sono ancora poche, anche se molto ravvicinate. Per questo ho utilizzato qualche giocatore in più e fatto rifiatare altri. La Champions però è diversa. Sono certo che nessuno sentirà la stanchezza. Giocare queste partite è bellissimo: è come se fosse la vigilia di Natale e domani vado a scartare i regali. Intorno a me vedo solo facce felici”.

“Serve massimo rispetto per i Rangers”

Prima di Spalletti in conferenza aveva parlato Zambo Anguissa. “Abbiamo studiato i Rangers. Qui il pubblico è sempre molto caldo, ma noi siamo pronti a giocare questa partita. Dobbiamo rispettare gli scozzesi, solo così possiamo vincere il match. Purtroppo la trasferta è stata vietata ai nostri tifosi ed è sempre difficile giocare senza il sostegno del pubblico, i napoletani però ci spingono sempre e dobbiamo lasciare tutto sul campo, anche se questa volta non ci saranno”. Il centrocampista del Camerun ha poi parlato del suo eccellente periodo di forma. “Ho più fiducia in me stesso perché sento il sostegno dell’allenatore e dei miei compagni di squadra. Non so se questo è il momento migliore della mia carriera, voglio solo essere un giocatore importante e migliorare quotidianamente. Contro il Liverpool ho debuttato in Champions e sono stato molto felice. Ho fatto un buon lavoro e il Napoli ha vinto. Ora però è necessario ripetersi a Ibrox. Bisogna stare attenti, avremo di fronte un avversario forte e sarà fondamentale rispettarlo. Dimentichiamo i Reds e stiamo concentrati soltanto su questa partita, che si giocherà in uno stadio caldissimo. Ma ci sentiamo pronti”. 

Spalletti spinge il Napoli: "Tenere palla e comandare, solo così possiamo battere i Rangers"Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments