Spalletti pronto a cambiare il Napoli, c’è una Champions da blindare

CASTEL VOLTURNO – Ciak, si cambia. Non si tratterà di una rivoluzione, ma c’è bisogno di una scossa dopo la sconfitta contro il Milan e Luciano Spalletti sta studiando dunque al Training Center di Castel Volturno qualche contromossa, per tirare a lucido il Napoli in vista della difficile trasferta di domenica a Verona. Il sogno scudetto si è allontanato in modo anche troppo brusco, per gli azzurri. Per questo il primo pericolo da scongiurare è quello di un contraccolpo, che potrebbe avere delle conseguenze ancora più preoccupanti sulla classifica della squadra. La priorità adesso è mettere in sicurezza la qualificazione per la Champions, il vero obiettivo stagionale che Aurelio De Laurentiis vuole raggiungere a tutti i costi, per mettere in sicurezza i conti del club. Il vantaggio sul quinto posto è per il momento abbastanza rassicurante (+10), a patto però di evitare altri passi falsi nelle dieci giornate di campionato che restano da giocare, con un calendario non facile.

Pronte tre novità

Già al Bentegodi il Napoli si troverà infatti di fronte un avversario in grande forma: il Verona di Tudor, capace di imporre agli azzurri un pareggio nella gara d’andata al Maradona. Spalletti sa che la trasferta di domenica sarà molto impegnativa: dal punto di vista tattico e soprattutto atletico, per la capacità della squadra veneta di imporre la sua potenza nei duelli uomo contro uomo. Per questo ci sarà bisogno di forze fresche e si profilano all’orizzonte tre staffette, con Anguissa, Elmas e Lozano pronti a prendere rispettivamente il posto tra i titolari di Fabian, Zielinski e Insigne. L’infermeria si è del resto finalmente svuotata e d’ora in poi la corsa per una maglia si farà serrata, anche perché il campionato è rimasto l’unico obiettivo (dopo l’uscita dalle Coppe) da inseguire. La concorrenza interna promette dunque di diventare una risorsa e sperano di meritarsi una chance pure Ounas, Mertens e Petagna, gli altri assi nella manica in attacco.

Osimhen troppo solo, possibile cambio di modulo

Il Napoli ha la migliore difesa della Serie A (20 reti subite), ma solo il sesto reparto offensivo del campionato. Per questo Spalletti sta studiando il modo per assistere meglio Osimhen e tra le ipotesi c’è anche un cambio di modulo, con il ritorno al 4-3-3. La trasferta di Verona è un crocevia: per difendere la zona Champions e tenere ancora aperto il sogno scudetto. Di qui la necessità di ricorrere al turn over: gli azzurri confidano nella freschezza di Anguissa, Elmas e Lozano per ripartire di slancio.

Spalletti pronto a cambiare il Napoli, c'è una Champions da blindareFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments