Solbakken, dal gelo di Oslo al calore di Roma: l’attaccante del Bodø sbarca nella Capitale

Al momento stai visualizzando Solbakken, dal gelo di Oslo al calore di Roma: l’attaccante del Bodø sbarca nella Capitale

Felpa e pantaloni neri, grazie alle temperature quasi primaverili di Roma, con la compagna Thea e l’agente Carlsson: ecco Ola Solbakken, sbarcato all’aeroporto di Fiumicino intorno alle 14, con un volo proveniente dalla gelida Oslo, dove aveva giocato poche ore prima con la sua Norvegia.

Solbakken, dal gelo di Oslo al calore di Roma: l'attaccante del Bodø sbarca nella Capitale

Le visite e la firma

L’esterno norvegese si è diretto a Villa Stuart per le visite mediche, poi nel tardo pomeriggio l’arrivo a Trigoria per la firma sul contratto che lo legherà ai giallorossi fino al 2027. Una trattativa durata oltre un anno, dalla traumatica notte di Bodø, quando la Roma subì una disfatta storica (6-1) in Conference League, allo sbarco di oggi. L’esterno offensivo norvegese lascia dopo due anni il club giallonero e firma con la Roma di Josè Mourinho: sarà lui il primo dei rinforzi chiesti dallo Special One nel mercato invernale. Un interessamento nato dopo il notevole impatto che il calciatore norvegese aveva mostrato nelle sfide in cui aveva affrontato i giallorossi, un nome finito immediatamente sul taccuino della squadra mercato guidata da Tiago Pinto. Le iniziali perplessità sul conto del giocatore (campionato poco competitivo, l’abitudine al giocare sui terreni sintetici e i suoi ex compagni che non avevano incantato una volta lasciato il Bodø) hanno ben presto lasciato il posto a più solide certezze. Strappo, senso del gol e duttilità tattica: a costo zero poteva rappresentare l’occasione giusta per puntellare l’attacco giallorosso.

Solbakken, dal gelo di Oslo al calore di Roma: l'attaccante del Bodø sbarca nella Capitale

 

La trattativa rallentata dai cattivi rapporti tra i club

Solo i rapporti, non idilliaci, tra i due club hanno rallentato la trattativa e posticipato l’arrivo del calciatore nella Capitale. E proprio l’ostracismo mostrato dal Bodø aveva consentito ad altri club di affacciarsi e capire quale fosse il margine di manovra per soffiare il giocatore alla Roma. Eintracht, Celtic, Galatasaray, West Ham ma soprattutto il Napoli. In tanti ci hanno provato, trovandosi però davanti l’ostacolo più grande: la volontà del giocatore. Solbakken aveva deciso, nella notte del 14 aprile, quando la Roma asfaltò Ola e compagni in un Olimpico infuocato, che avrebbe voluto giocare nella Roma. Perché uno stadio così, anche se vissuto da avversario, ti rimane addosso. Tanto da non togliertelo più dalla testa. Da quel momento è stato solo una questione di tempistiche, di accordi da limare, di strategie comunicative fino al viaggio di oggi. Ora resta da capire quando potrà iniziare ad allenarsi con i nuovi compagni: il contratto con il Bodø scade il 31 dicembre, la Roma sta provando a capire se ci sono margini per averlo nel ritiro di Algarve in programma a dicembre. Per Solbakken niente tournée in Giappone, ma il futuro è giallorosso. Su questo non ci sono più dubbi. 

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments