Serie B, poker Cittadella che vale la vetta. Parma esulta all’ultimo respiro, il Monza vince il derby

ROMA – Comanda un quartetto dopo la seconda giornata di serie B, che conferma le indicazioni emerse nell’atto inaugurale in termini di gol ed emozioni. Alle affermazioni di Brescia, Pisa e Ascoli negli anticipi risponde dunque il Cittadella, che s’impone con un rocambolesco 4-2 sul Crotone andando così a comporre il poker di formazioni a punteggio pieno. In una domenica all’insegna del fattore campo colgono il successo pieno anche il Parma, all’ultimo respiro sul Benevento, il Monza nel derby con la Cremonese (Adriano Galliani vince dunque il duello fra ex dirigenti rossoneri con Ariedo Braida), la Spal che rifila una manita al Pordenone, la Reggina, che piega 3-2 la Ternana, mentre termina in parità il match fra Lecce e Como.

Cittadella doma il Crotone ed è a punteggio pieno

Spettacolo e sei reti al ‘Tombolato’, dove i padroni di casa sbloccano il risultato al 19′: Antonucci se ne va in contropiede e serve Okwonkwo che, dall’interno dell’area, batte il portiere avversario. Il Crotone riesce subito a riorganizzarsi, trovando il pari in dieci minuti: su un angolo battuto da Borello, Nedelcearu di testa batte Kastrati. La formazione di Gorini vuole il successo e con Baldini (doppietta, uno su rigore, assegnato per trattenuta di Mondonico su Okwonkwo). La gara resta viva, visto che i pitagorici a metà ripresa provano a riaprirla con Mulattieri, ma è Adorni a calare il poker insaccando di testa su calcio d’angolo il definitivo 4-2.

Gioia Parma al 07′: Mihaila beffa il Benevento 

Deve attendere il 97′ il Parma per mettere al tappeto il Benevento al ‘Tardini’. Il gol all’ultimo respiro del rumeno Valentin Mihaila,  subentrato dalla panchina, ha permesso ai crociati di cogliere un prezioso successo. al termine di una gara caratterizzata da alti e bassi. Gli uomini Maresca, oltre al match winner che ha steso i giallorossi allenati da Caserta sfruttando il pregevole assist di Franco Vázquez, deve ringraziare però anche la prestazione dell’inossidabile Gianluigi Buffon, autore di 6 parate importanti, per poi festeggiare la sua prima vittoria nel ritorno a Parma.

Gytkjaer colpisce la Cremonese e regala il derby al Monza

Il Monza porta a casa tre punti, sudati, all’U-Power Stadium contro la Cremonese, grazie al gol di testa di Christian Gytkjaer al 20′ della ripresa su perfetto assist di Pereira. La squadra di Stroppa é stata poi abile nel chiudere ogni spazio ai grigiorossi di Pecchia, andando pure vicino al raddoppio con Barillá ma senza concedere nulla agli avversari. La Cremonese ha dimostrato carattere e idee di gioco, ma é mancata soprattutto nel secondo tempo la freddezza sottoporta delle punte, in particolare Ciofani prima e Di Carmine poi.

Pokerissimo Spal, Pordenone al tappeto 

Primi tre punti per la Spal che supera senza particolari problemi per 5-0 il Pordenone al ‘Mazza’. A cambiare la gara l’espulsione al quarto d’ora di Camporese per un brutto fallo ai danni di D’Orazio che ha costretto in dieci per tutta la gara i “ramarri”, favorendo l’atteggiamento offensivo degli estensi. Ha impiegato pochi minuti Mancosu per sbloccare la partita, mettendola subito in discesa. Gli attaccanti di Clotet seminano il panico nella difesa neroverde, raddoppiando col sinistro a giro di Colombo e calando il tris con Capradossi. Nella ripresa il Pordenone di Paci cerca di reagire, ma la difesa non c’è e i biancoazzurri arrotondano, prima con il gol da fuori area di Viviani, poi con Latte Lath.

Reggina piega 3-2 Ternana: tre espulsi

Cinque gol ma anche qualche nervosismo di troppo al ‘Granillo’ tra Reggina e Ternana. Al 25′ umbri in dieci per il doppio giallo rimediato da Agazzi, eppure è proprio la squadra di Cristiano Lucarelli a passare in vantaggio con Falletti a fine primo tempo. E’ Menez nella ripresa a trovare il pari calabrese, prima di essere allontanato dal terreno di gioco per doppio giallo. La squadra di Aglietti comunque trova prima il vantaggio col rigore di Galabinov, poi il tris con Rivas. Nei minuti finali accorciano le fere con Mazzocchi e, dopo aver rimediato un altro rosso mostrato a Proietti, allo scadere sfiorano il clamoroso 3-3 con Pettinari che manda alto da due passi.

Botta e risposta Coda e Cerri: Lecce-Como 1-1

Succede tutto nel primo tempo al ‘Via del Mare’ con le due squadre che hanno risposto colpo su colpo. A sbloccare il match per il Lecce è stato Coda su rigore al 40′, vantaggio durato però pochissimo visto che al rientro negli spogliatoi la parità era già stata ristabilita grazie a Cerri. Nei secondi 45 minuti di gioco non sono arrivate altre reti con entrambe le squadre che hanno preferito chiudere ogni spazio e muovere la classifica prima della sosta del campionato.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime