Serie B: il Como travolge il Perugia, vincono Ternana e Ascoli

ROMA – Il Como conferma il suo ottimo momento trovando la quarta vittoria nelle ultime cinque giornate e salendo al sesto posto in classifica, si rialza la Ternana, convince l’Ascoli mentre Cremonese e Spal non vanno oltre l’1-1. Il successo dei lariani contro il Perugia è lo spunto forse più significativo delle prime quattro gare del sabato della dodicesima giornata di Serie B, in attesa che Pisa, Brescia, Lecce e Benevento rispondano al successo della Reggina nell’anticipo del venerdì.

<<La classifica della serie B>>

Alessandria-Ternana 0-2

Una doppietta di Alfredo Donnarumma decide la sfida. L’ex attaccante dell’Empoli sblocca lo stallo già al quarto d’ora, insaccando con un pallonetto su assist di Falletti. L’Alessandria trova il pareggio con Chiarello ma il riesame del Var evidenzia una posizione di fuorigioco di Corazza. In chiusura di primo tempo, arriva il bis rossoverde: Falletti per Partipilo che mette in mezzo, ancora Donnarumma a segno, stavolta di testa. Nella ripresa i grigi alzano i ritmi solamente nel quarto d’ora finale ma la Ternana resiste: Iannarilli risponde a Di Gennaro e Chiarello, il portiere è decisivo anche a 3′ dalla fine su Arrighini.

Ascoli-Vicenza 2-1

L’Ascoli fa valere il peso della classifica e batte 2-1 un Vicenza sempre più disperato. Al Del Duca la squadra di Sottil inizia a controllare il gioco dai primissimi minuti, sfiorando subito il vantaggio con Iliev. Il gol del solito Dionisi arriva al 20′ ma la formazione di Brocchi prova a rialzarsi nel giro di 3′: la rete di Pasini viene però annullata per offside di Diaw. L’Ascoli spinge, Salvi colpisce il palo sugli sviluppi di una palla inattiva ma la pressione prosegue, con Grandi costretto al miracolo ancora su Dionisi e Maistro che sfiora il bis. Il Var interviene anche per un gol di Salvi, annullato per fuorigioco di Dionisi, ma l’Ascoli trova comunque il 2-0 con un autogol di Brosco su un tiro-cross volante di Dionisi. Bianconeri vicini al 3-0 nella ripresa in almeno tre occasioni ma è il Vicenza a riaprirla con Diaw, in tap-in dopo il palo colpito da Dalmonte. I padroni di casa reggono e vanno ancora una volta a un passo dal tris colpendo un altro legno, portandosi a ridosso della zona playoff.

Como-Perugia 4-1

Con quattro gol in 28 minuti, il Como archivia in maniera netta la pratica Perugia. La partita dura di fatto meno di mezz’ora: il primo brivido era arrivato proprio per mano ospite, con la traversa colpita da Sgarbi, ma al 7′ passano i lariani con La Gumina, imbeccato da Chajia. Inizia così un monologo: palo di Parigini dopo una bella apertura di Cerri, quindi il rigore del bis trasformato dall’ex Cagliari dopo l’assegnazione da parte del Var per un mani di Dell’Orco. La squadra di Alvini esce di partita al 18′ con il gol di Bellemo, il poker lo firma Solini con un comodo tocco sugli sviluppi di un corner nato da un miracolo di Chichizola su Chajia. Inutile, nella ripresa, il gol di De Luca per il definitivo 4-1.

Cremonese-Spal 1-1

Botta e risposta Buonaiuto-Melchiorri e Cremonese-Spal finisce 1-1. I padroni di casa spingono molto in avvio ma senza trovare la via della rete, la Spal si rende pericolosissima con Esposito, il cui destro a giro termina sull’esterno della rete. Il 33′ è il minuto della possibile svolta: Valeri salva con il ginocchio la conclusione di Mancosu, dall’altra parte Buonaiuto, appena entrato al posto di Strizzolo, scappa via dopo il rinvio lungo di Carnesecchi, brucia Vicari e batte in pallonetto Seculin. A una manciata di secondi dalla fine del primo tempo, Mora serve a Melchiorri il pallone dell’1-1 e del primo gol in maglia spallina. La ripresa scivola via senza brividi e il match rimane fermo sull’1-1.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime