Serie A, Sassuolo-Fiorentina 2-1: primo gol di Cabral, ma è Defrel a decidere al 94′

Serie A, Sassuolo-Fiorentina 2-1: primo gol di Cabral, ma è Defrel a decidere al 94'

Seconda vittoria di fila per il Sassuolo che, dopo aver espugnato il Meazza contro l’Inter, torna al successo in casa dopo due mesi e mezzo. L’ultima vittoria neroverde al Mapei Stadium era data 12 dicembre 2021 contro la Lazio. Oggi, contro la Fiorentina, finisce come allora, 2-1, con un colpo di testa di Defrel allo scadere che riaccende i sogni europei della squadra di Dionisi. I viola, invece, fermano a cinque partite la loro striscia positiva e tornano a perdere in trasferta dopo il ko nel derby con l’Empoli. Gli uomini di Italiano pagano probabilmente l’espulsione di Bonaventura nel finale e la presunzione di aver risolto una gara complicata col gol di Cabral al 90′. Ora rischiano di vedere allontanarsi Lazio e Atalanta, con la Roma che potrebbe scavalcarli al settimo posto.

<<La cronaca della gara>>

Dionisi ritrova Ferrari, Italiano con Amrabat e Ikoné

Dionisi conferma in blocco gli stessi uomini che una settimana fa hanno espugnato il Meazza. L’unica eccezione è il ritorno in difesa di Ferrari, assente contro l’Inter per squalifica. Il centrale prende il posto di Ayhan al fianco di Chiriches. Italiano, invece, deve fare a meno di Milenkovic, squalificato, al suo posto Martinez Quarta in una difesa a quattro con Odriozola, Igor e Biraghi. Tra i pali confermato Dragowski. Torreira, dopo l’infortunio rimediato con l’Atalanta, va in panchina, al suo posto Amrabat, con Castrovilli e Maleh ai suoi fianchi. Davanti Ikoné vince il ballottaggio con Nico Gonzales e affianca Piatek e Sottil.

La sblocca una magia di Traorè

Primo tempo dai ritmi elevatissimi al Mapei Stadium. Si gioca da una porta all’altra sin dai primi minuti, ci provano Piatek e Castrovilli da una parte e Ferrari e Scamacca dall’altra, ma è al 19′ che il match si sblocca ed è una magia di Traorè a farlo. L’ivoriano raccoglie un lungo lancio di Kyriakopoulos, va via dentro l’area a Odriozola e Martinez Quarta e col destro infila Dragowski sul palo più lontano. L’estremo difensore viola scalda i guanti anche in altre due occasioni, prima bloccando centralmente un colpo di testa di Scamacca su cross laterale, poi neutralizzando in due tempi un tiro velenoso di Berardi dai 25 metri. Al 39′ la traversa salva il portiere polacco su un colpo di testa di Traorè. Poi è Consigli-show. Il numero uno neroverde inizia un vero e proprio duello ravvicinato con Ikonè vincendo il confronto in ben tre occasioni nel giro di 5′. Prima salva con i piedi su un tiro a botta sicura del francese, poi gli chiude lo specchio miracolosamente ancora una volta su una conclusione potente dal limite dell’area piccola, quindi gli blocca centralmente un tiro dal limite.

Primo centro Cabral, ma fa festa Defrel

Nella ripresa cala il ritmo ed è la Fiorentina a prendere in mano le redini della partita. Al 51′ grande occasione per Piatek, smarcato in area da una bella verticalizzazione di Ikonè, ma l’ex Milan, dopo aver saltato Consigli, manca la deviazione vincente. Poi è il turno del neo-entrato Bonaventura, ma il suo colpo di testa ravvicinato finisce in curva. La viola allora ci prova su calcio da fermo, Biraghi dai 30 metri calcia centralmente con Consigli che blocca in scioltezza. La sfida tra i due si rinnova pochi minuti più tardi, questa volta Biraghi angola il tiro, ma il numero uno neroverde è bravo ad allungarsi sul proprio palo e deviare in angolo con la punta delle dita. Al 79′ follia Bonaventura che nel giro di pochi istanti si fa prima ammonire, poi espellere per proteste. Sotto di un uomo, la squadra di Italiano non si demoralizza e continua a giocare nella trequarti avversaria trovando il meritato pareggio col primo centro in maglia viola di Cabral che raccoglie un traversone basso di Saponara e in scivolata infila a porta vuota. In pieno recupero Berardi prova con due tiri da fuori a rimettere i suoi davanti, ma al 94′ tocca a Defrel di testa far esplodere il Mapei Stadium e portare a casa la seconda vittoria di fila.

Sassuolo-Fiorentina 2-1 (1-0)
Sassuolo (4-2-3-1):
Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Kyriakoupolos; Frattesi, Lopez; Berardi, Raspadori, Traoré (23′ st Henrique); Scamacca (33′ st Defrel). (56 Pegolo, 24 Satalino, 5 Ayhan, 13 Peluso, 44 Tressoldi, 4 Magnanelli, 7 Oddei, 15 Ceide, 11 Ciervo). All.: Dionisi.
Fiorentina (4-3-3): Dragowski; Odriozola, Martinez Quarta, Igor, Biraghi; Castrovilli, Amrabat (32′ st N.Gonzales), Maleh (18′ st Bonaventura); Ikoné (39′ st Torreira), Piatek (18′ st A.Cabral), Sottil (18′ st Saponara). (1 Terracciano, 25 Rosati, 17 Terzic, 21 Frison, 32 Duncan, 7 Callejon). All.: Italiano.
Arbitro: Prontera di Bologna.
Reti: nel pt 19′ Traoré; nel st 43′ A.Cabral e 49′ Defrel.
Espulso: nel st 34′ Bonaventura per doppia ammonizione.
Ammonito: M.Lopez.
Angoli: 10-6 per la Fiorentina.
Recupero. 1′ e 4′.
Note: spettatori 9 mila circa.

Serie A, Sassuolo-Fiorentina 2-1: primo gol di Cabral, ma è Defrel a decidere al 94'Fonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments