Serie A, nuovo problema per i diritti tv all’estero: rinviata la modifica della legge Melandri

Serie A, nuovo problema per i diritti tv all'estero: rinviata la modifica della legge Melandri

ROMA – Doveva essere il grimaldello per sbloccare gli accordi con i grandi mercati all’estero. Non solo per i diritti tv. E invece, la modifica della Legge Melandri slitta ancora. Il dipartimento sport e la Serie A erano riusciti a farlo inserire dal Consiglio dei ministri nel decretone sugli aiuti. Ma l’ufficio della presidenza della Repubblica ha stralciato la norma. Troppo poco in linea con la questione aiuti, una norma fortemente voluta dai rappresentanti delle squadre di calcio di Serie A. E questo non potrà non essere un problema. Di certo, si tratta di una sconfitta per la Lega Serie A, che aveva accolto l’inserimento della modifica come un piccolo trionfo: “Sono state eliminate alcune restrizioni che, negli anni, hanno fortemente limitato la commercializzazione dei diritti all’estero, come la durata massima triennale o alcuni obblighi procedurali. Grazie a questa misura, per leghe professionistiche e organizzatori delle competizioni sarà più semplice negoziare i diritti audiovisivi negli altri Paesi. Nel caso della Serie A, i maggiori introiti andranno a beneficio anche di tutto il sistema del calcio, secondo il principio di mutualità generale già vigente”. In pratica, facendo cadere il vincolo triennale per la vendita dei diritti all’estero, permette accordi più a lungo termine anche tramite accordi politici con altri Paesi. 

Proprio in questa fase infatti la Lega sta discutendo accordi con altri paesi su base pluriennale, e che non riguardano solo i diritti tv. Quindi la frenata rischia di far perdere il treno. Anche se non è in discussione la norma in sé: la modifica della Melandri, infatti, non è stata bocciata nel merito, il “no” non è ostativo alla sua introduzione. Semplicemente, il contesto era quello sbagliato. E’ quindi necessario inserire questa modifica in altro decreto, oppure votarla con un emendamento parlamentare, perché la volontà politica di portarla a casa c’è ed è forte. Bisogna aspettare, augurandosi che non ci voglia troppo tempo. 
 

Serie A, nuovo problema per i diritti tv all'estero: rinviata la modifica della legge MelandriFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments