Salernitana-Sampdoria 0-2: i blucerchiati si rilanciano e salvano D’Aversa

SALERNO – La delicata sfida salvezza dell’Arechi tra Salernitana e Sampdoria va ai blucerchiati che si impongono per 2-0 riassaporando la gioia dei tre punti dopo tre sconfitte consecutive. La squadra di D’Aversa, a rischio panchina alla vigilia del match, chiude i conti nel finale del primo tempo quando assesta un uno-due da ko grazie a un autogol di Di Tacchio e a una rete di Candreva. Liguri adesso a quota 12 in classifica, mentre i campani incassano il terzo stop di fila e restano ultimi a 7 punti.

<< La cronaca della partita >>

Gara combattuta

Colantuono, rispetto al match con la Lazio, cambia tutto e in attacco schiera Gondo e Djuric con Ribery a supporto. A centrocampo ritornano Kastanos e Coulibaly. D’Aversa risponde con Quagliarella e Caputo davanti. La posta in palio del match è grossa e lo si nota subito dalle prime battute con le due squadre che giocano a ritmi alti e lottano soprattutto a centrocampo cercando spazi sulla corsie. La Salernitana ci prova subito, ma è la Sampdoria ad avere le maggiori occasioni soprattutto con Quagliarella (para Belec) e Candreva che spara alto da buona posizione. Anche Caputo cerca la conclusione ma non fa male all’estremo difensore dei padroni di casa.

Uno-due bluerchiato

La partita si accende ulteriormente nel finale del primo tempo con la Sampdoria che si rende ancora pericolosa quando Candreva crossa per Thorsby che tira ma Belec respinge; quindi ancora un colpo di testa e il portiere granata risponde nuovamente presente. La Salernitana balla e in solo tre minuti prende due gol. Al minuto 40′ ci si mette anche la sfortuna quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, arriva un traversone in area campana e Di Tacchio con la schiena infila la sua porta. Tre minuti dopo il raddoppio ligure che arriva con un contropiede magistrale condotto da Quagliarella, quindi palla a destra per Candreva che in area infila Belec con il destro.

Audero decisivo

A inizio ripresa, Colantuono cambia Kastanos con Obi per dare più equilibrio in mezzo al campo. E la Salernitana reagisce e va vicina al gol: angolo di Ribery e Ranieri, sul secondo palo, gira in porta ma Audero compie un vero e proprio miracolo. Il portiere ospite è bravo anche su una conclusione da fuori di Lassana Coulibaly. Dopo un’ora di gioco Caputo realizza il tris, ma è tutto inutile perché l’ex Sassuolo è in fuorigioco. Dopo aver rischiato, la Sampdoria ritrova le misure e la partita si blocca facendo il gioco dei blucerchiati, anche grazie agli ingressi di Dragusin al posto di Bereszynski e di Askildsen per Verre. Solo nel finale la Salernitana tenta di aumentare la pressione ma non riesce più a impensierire Audero & co che così si portano a Genova tre punti di fondamentale importanza.

Salernitana-Sampdoria 0-2 (0-2)
Salernitana (4-3-1-2): Belec, Zortea (10′ st Kechrida), Gyomber, Gagliolo, Ranieri, L.Coulibaly, Di Tacchio (22′ st Schiavone), Kastanos (1′ st Obi), Ribéry (22′ st Simy), Gondo (10′ st Bonazzoli), Djuric. (1 Fiorillo, 4 Jaroszynski, 28 Capezzi, 26 Bogdan, 33 Delli Carri, 63 Vergani). All.: Colantuono
Sampdoria (4-4-2): Audero, Bereszynski (15′ st Dragusin), Ferrari (20′ st Chabot), Colley, Augello, Candreva, Ekdal, Thorsby, Verre (15′ st Askildsen), Quagliarella (41′ st Gabbiadini), Caputo. (33 Falcone, 30 Ravaglia, 11 Ciervo, 12 Depaoli, 29 Murru, 70 Trimboli, 28 Yepes). All.: D’Aversa
Arbitro: Giacomelli di Trieste
Reti: nel pt al 40′ aut. Di Tacchio, al 43′ Candreva
Angoli: 13-3
Recupero: 1′ e 5′
Ammoniti: Bereszynski, Ekdal, Chabot per gioco falloso
Spettatori: 11.849

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime