Salernitana-Roma 0-4: Pellegrini, Veretout e Abraham sgretolano il muro granata

SALERNO – Avanti forza quattro. La Roma di Mourinho non perde un colpo. Dopo aver strapazzato il Trabzonspor in Conference League e piegato all’esordio la Fiorentina, rifila un poker (0-4) anche alla Salernitana e resta in vetta alla classifica. Una vittoria ottenuta con pazienza dopo aver sbattuto per tutto il primo tempo contro il muro eretto da Castori. A fare la differenza ha pensato Pellegrini che, evidentemente caricato dalle belle parole di investitura spese per lui dallo Special One, ha aperto e chiuso le marcature con una doppietta d’autore. Al resto hanno pensato Veretout, a segno come contro la Fiorentina, e Abraham che ha finalmente bagnato con un gol la sua avventura in Italia.

<<La cronaca della gara>>

Mourinho rilancia Perez, Castori con il 5-4-1

Per l’occasione Mourinho ha cambiato il minimo indispensabile rimpiazzando lo squalificato Zaniolo con Carles Perez. Molte novità ha presentato, invece, Castori che, viste anche le indisponibilità dell’infortunato Djuric e dell’appiedato Strandberg si è presentato in campo con un abbottonatissimo 5-4-1 con Bonazzoli unica punta, Kechrida e Ruggeri abbassati sulla linea di difesa con Aya centrale e Mamadou Coulbaly e Obi esterni di centrocampo.

La Roma sbatte contro un muro per 45′

La Roma si è subito installata nella metà campo avversaria provando ad aprire varchi con un lungo e ragionato possesso palla ma ha faticato a centrare l’obiettivo. Belec nel primo tempo ha dovuto impegnarsi solo per opporsi a un tiro-cross di Vina e a un colpo di testa parabolico di Mancini. Abraham, quasi sempre ben controllato da Gyomber, nell’unica circostanza in cui si è smarcato ha sfiorato il bersaglio con un colpo di testa finito di poco oltre l’incrocio.

Pellegrini-Veretout: micidiale uno-due in 4′

La Roma non si è scoraggiata, ha ripreso con calma il bandolo della matassa nella ripresa e alla prima azione (48′) ha sbloccato il risultato: Vina dalla sinistra ha pescato in area Pellegrini che dopo un bel controllo di destro ha infilato in diagonale col sinistro un non irreprensibile Belec. La Salernitana ha accusato il colpo e, dopo appena 4′, ha incassato lo 0-2, frutto di una splendida azione corale, tutta di prima firmata Perez-Abraham-Mkhitaryan-Veretout con il francese che ha comodamente chiuso sul secondo palo su lancio filtrante dell’armeno.

Abraham e Pellegrini completano la festa giallorossa

A questo punto i granata hanno avuto un unico sussulto d’orgoglio, culminato in un cross di Obi per Bonazzoli che il centravanti ha messo malamente a lato da buona posizione. Castori ha tentato di rientrare in partita ordinando il 3-5-2 con l’ingresso di Simy ma alla Salernitana, oltre al fiato, sono venute meno anche le gambe. La Roma ha continuato a dominare in mezzo al campo e ha ulteriormente dilagato: al 69′ è arrivato il tris, firmato Abraham con un bel diagonale dal limite su assist di Perez. Infine, al 79′, Pellegrini si è tolto la soddisfazione di festeggiare con una doppietta l’imminente rinnovo con un bel destro a giro sotto l’incrocio su centro di Veretout. La Roma di Mourinho vola sulla ali dell’entusiasmo. La squadra impacciata e discontinua della scorsa stagione pare già un lontano ricordo.

SALERNITANA-ROMA 0-4 (0-0)
Salernitana (5-4-1): Belec; Kechrida (22′ st Zortea), Aya, Gyomber, Jaroszynski (38′ st Schiavone), Ruggeri; M. Coulibaly, L. Coulibaly (10′ st Simy), Di Tacchio, Obi (22′ st Capezzi);
Bonazzoli (38′ st Kristoffersen) (1 Fiorillo, 12 Russo, 20 Kastanos, 15 Iannone). All.: Castori.
Roma (4-2-3-1): Rui Patricio; Karsdorp, Mancini, Ibanez, Vina (37′ st Calafiori); Veretout (37′ st Diawara), Cristante; Carles Perez (33′ st Shomurodov), Pellegrini, Mkhitaryan (25′ st Mkhitaryan); Abraham (37′ st Mayoral). (87 Fuzato, 63 Boer, 19 Reynolds, 24 Kumbulla, 52 Bove, 55 Darboe, 59 Zalewski.) All.: Mourinho.
Arbitro: Abisso di Palermo.
Reti: nl st 3′ e 34′ Lo.Pellegrini, 7′ Veretout, 24′ Abraham.
Angoli: 10 a 1 per la Roma.
Recupero: 1′ e 3′.
Ammoniti: Bonazzoli, Carles Perez, Aya e Mkhitaryan (R) per gioco falloso.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime