Salernitana-Napoli 0-1: Zielinski fa riprendere agli azzurri la marcia vincente

SALERNO –  Il Napoli soffre, ma alla fine passa 1-0 all’Arechi e prosegue la sua marcia in vetta alla classifica. La Salernitana dà filo da torcere ai partenopei con un primo tempo attento e una buona reazione dopo il vantaggio di Zielinski nella ripresa. I granata provano fino in fondo ad acciuffare il pari nel derby campano, tornato in serie A dopo 73 anni di attesa, ma gli azzurri resistono facendo esplodere la liberatoria esultanza di Spalletti al triplice fischio del direttore di gara.

<<La cronaca della gara>>

Osimhen out, Insigne in panchina

Il tecnico toscano deve rinunciare a Osimhen, fermato da un risentimento muscolare, e in avanti schiera Mertens e Lozano, che hanno la meglio su Petagna e Insigne. Colantuono, privo dei due Coulibaly e di Capezzi, in mediana preferisce Schiavone a Obi, mentre in attacco Gondo vince il ballottaggio con Djuric. Il primo tempo è avaro di emozioni. La Salernitana si difende con ordine e organizzazione, chiudendo tutti i varchi a un Napoli che non riesce a dare fluidità alla manovra offensiva.

Primo tempo scialbo

La squadra di Spalletti cerca di sfruttare le corsie laterali, ma non trova mai il guizzo giusto e il possesso palla dei partenopei si rivela troppo prevedibile. Belec recita la parte dello spettatore e trema solo in avvio su una volée ravvicinata di Zielinski, che non inquadra la porta. Il buon primo tempo infonde coraggio ai ragazzi di Colantuono, che in avvio di ripresa rientrano sul terreno di gioco con piglio deciso e più intraprendente.

Lampo di Zielinski

Spalletti capisce che è ora di attingere dalla panchina e inserisce Elmas, ma soprattutto Petagna, con il preciso obiettivo di dare maggiore fisicità al suo attacco. I cambi si rivelano vincenti, perché alla prima occasione buona l’ex bomber della Spal colpisce di testa la traversa e sul prosieguo dell’azione Zielinski trova il pertugio giusto per battere Belec.

Espulsi Kastanos e Koulibaly

La sfida sembra prendere definitivamente la direzione giusta per il Napoli quando, al 69′, Kastanos riceve il rosso diretto per una brutta entrata ai danni di Anguissa, a seguito della review al Var. Nonostante l’uomo in meno, la Salernitana non smette di crederci e al 77′ viene ristabilita la parità numerica per l’espulsione di Koulibaly, reo di una trattenuta su Simy lanciato a rete.

La Salernitana ci crede, il Napoli tiene

E’ l’episodio che infiamma il finale: Di Lorenzo salva di testa sulla linea la punizione di Ribery successiva al rosso per Koulibaly, Belec tiene in vita i suoi sulla conclusione di Elmas e in pieno recupero il non facile tiro al volo di Gagliolo dall’interno dell’area, con la porta completamente sguarnita, termina alto. Il Napoli tira così un sospiro di sollievo e festeggia un successo che vale doppio considerando l’assenza di Osimhen.

Salernitana-Napoli 0-1 (0-0)
Salernitana (4-3-1-2): Belec; Zortea, Strandberg, Gyomber, Ranieri (43′ st Gagliolo); Schiavone (43′ st Djuric), Di Tacchio, Kastanos; Ribery; Gondo (19′ st Simy), Bonazzoli (26′ st Obi). All. Colantuono.
Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski (50′ st Zanoli); Politano (35′ st Juan Jesus), Mertens (15′ st Petagna), Lozano (15′ st Elmas). All. Spalletti.
Arbitro: Fabbri di Ravenna.
Rete: 16′ st Zielinski.
Note – Cielo coperto, terreno in buone condizioni. Espulsioni: Kastanos, al 25′ st, per gioco pericoloso; Koulibaly, al 32′ st, per aver interrotto una chiara occasione da gol degli avversari. Ammoniti: Anguissa, Mario Rui. Angoli: 4-4. Recupero: 3′; 6′.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime