Salernitana, Castori: “Perdere? Non sta né in cielo né in terra”

BOLOGNA – Per Fabrizio Castori, Bologna rimane un fortino inespugnabile. Mai è riuscito a portare a casa lo scalpo felinseo nella sua carriera. Stavolta però… ci è andato vicino. E il rammarico c’è tutto per il tecnico della Salernitana dopo il ko per 3 a 2. “La prima partita si fa fatica a giudicare. Abbiamo peccato di esperienza. Loro hanno maggiore esperienza in materia. Abbiamo fatto una grande partita. Abbiamo commesso l’errore di far saltare da solo De SIlvestri sui calci d’angolo. Questi errori in A si pagano, ma il risultato non sta né in cielo né in terra. Questo insegna che non bisogna mai mollare”.

Cosa è mancato sui calci piazzati? “Siamo una squadra con una struttura fisica e la capacità per poter fronteggiare queste situazioni, ma siamo stati distratti, distratti sui calci d’angolo, non si può a questi livelli”.
Sconfitta immeritata? “Sì. La squadra comunque va completata ma in questi giorni di mercato qualcosa faremo”.

Kechrida è bravo quando spinge ma va in difficoltà in fase difensiva. Serve un esterno più adatto alla categoria? “Ogni giocatore ha le sue caratteristiche. E’ chiaro che avere avversari di un certo calibro incide”. Quanto ha inciso l’espulsione di Strandberg? “Ha influito tanto anche perché l’espulsione mi è sembrata esagerata, ma abbiamo mantenuto un buon atteggiamento in campo. Siamo stati bravi a non metterci nelle mani dei nostri avversari. Alla squadra rimprovero solo le disattenzioni, nulla sul profilo tattico”.

C’è un parallelismo coi gol su palla inattiva della scorsa stagione? “Non vorrei parlare più della scorsa stagione. E poi l’anno scorso abbiamo preso solo 4 gol su palla inattiva”. C’è stata una prestazione diversa tra primo e secondo tempo: colpa del pressing del Bologna? “Giocare in dieci una partita comporta un maggior dispendio energetico da parte dei giocatori, ma io comunque non vedo quanta grossa diversità”.
Qual è il più grande rammarico? E quale gol fa più rabbia? “Il grande rammarico è aver perso. E i gol su angolo sono stati quelli peggiori”.

L’ingresso di Vignato ha cambiato la partita? “Il Bologna ha tanti giocatori forti. Non parlate di Vignato. Hanno tanti giocatori tecnici e forti, ma stavolta abbiamo peccato in attenzione”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime