Salernitana, 180′ di passione: a Empoli metà stadio sarà granata

SALERNO – Nel day after della Salernitana c’è anche un mix di stanchezza e delusione, dopo la vittoria sfumata in modo rocambolesco al minuto numero 99 della partita contro il Cagliari, nello spareggio per la salvezza giocato domenica pomeriggio allo stadio Arechi. Il rigore segnato da Simone Verdi a metà della ripresa aveva infatti regalato una grande illusione ai 30 mila tifosi presenti in tribuna e ai giocatori granata, che invece saranno costretti ancora a lottare negli ultimi 180′ contro Empoli e Udinese. Ma Davide Nicola ne ha viste troppe per credere alle favole e al fischio finale è stato il primo a dare la scossa, radunando tutta la sua squadra al centro del campo: senza perdersi d’animo e puntando giustamente sulla molla dell’orgoglio. “Ci salveremo lo stesso ed è fisiologico per noi dover soffrire fino all’ultima giornata, visto che poche settimane fa eravamo all’ultimo posto della classifica e nella sostanza spacciati”. A Salerno lo sanno bene e per questo a mente fredda torneranno a prevalere l’entusiasmo e la fiducia, con una maxi carovana di 5 mila sostenitori già in allestimento per l’anticipo di sabato allo stadio Castellani. È svanito in extremis solo il primo match ball, ne restano altri due per chiudere i conti.

La rivoluzione di Iervolino

La salvezza della Salernitana sarebbe un’impresa colossale, dai contorni quasi fiabeschi. Lo sa bene anche il nuovo patron Danilo Iervolino, che ha rilevato il club alla fine dell’anno e nel mercato di gennaio ha rifatto daccapo la squadra, che in quel momento era ultima in classifica e quasi rassegnata alla Serie B. Il presidente ha invece creduto alla rimonta, ha ingaggiato un direttore sportivo esperto come Walter Sabatini e gli ha dato carta bianca nelle scelte di natura tecnica, oltre a finanziare senza badare a spese la campagna acquisti. In panchina è arrivato uno specialista delle salvezze impossibili come Nicola e sono cambiati in campo 8-9 titolari su 11. Pareva un azzardo al limite della follia, puntare su veterani arrugginiti come Fazio, ex promesse in crisi di identità come Verdi, giocatori di categoria come Mazzocchi e giovani di belle speranze come Ederson, Coulibaly e Bohinen. Macché. In poche settimane i granata sono diventati un gruppo vero e si sono messi a scalare una posizione dopo l’altra, uscendo per la prima volta dalla zona retrocessione solo giovedì scorso, grazie alla vittoria nel recupero contro il Venezia. Per questo l’amarezza per il pareggio con il Cagliari avrà breve durata. È soltanto una piccola tormenta nel mezzo della scalata dell’Everest.

Sabatini sicuro: “Ci salveremo”

“Sono nel calcio da qualche anno e garantisco io: ci salveremo”, ha ruggito infatti il vecchio leone Sabatini, che al 100′ della partita di domenica era furioso con l’arbitro per l’interminabile recupero. Ma poi il ds ha ritrovato la calma e si è tenuto lo stesso stretto il pareggio contro il Cagliari, che permette alla Salernitana di rimanere padrona del suo destino a prescindere dai risultati delle rivali. “Se battiamo Empoli e Udinese siamo salvi”. Ci crede più che mai pure Iervolino, che era arrivato all’Arechi con la famiglia e ha sofferto in tribuna d’onore con i 30 mila. Fino a dicembre di calcio ne sapeva poco e tifava per il Napoli. Adesso invece il nuovo presidente sa di essere a un passo da un’impresa storica e per le sue modalità senza precedenti. Nicola lo ha rassicurato. “Abbiamo dovuto giocare tre gare in sei giorni, ora avremo una settimana tipo per preparci alla trasferta di sabato a Empoli”. Stanchezza e delusione passeranno in fretta, preoccupa di più la squalifica di Bohinen. Anche il popolo granata è già in trincea: è caccia al biglietto per il Castellani.


Corsa Salvezza, il calendario: Venezia a un passo dalla B, Samp e Spezia quasi salve

  36a giornata 37a giornata 38a giornata
Sampdoria 33 pt LAZIO (sconfitta) Fiorentina INTER
Spezia 33 pt Atalanta (sconfitta) UDINESE Napoli
Salernitana 30 pt Cagliari (pareggio) EMPOLI Udinese
Cagliari 29 pt SALERNITANA (pareggio) Inter VENEZIA
Genoa 28 pt Juve (vittoria) NAPOLI Bologna
Venezia 25 pt Bologna (vittoria) ROMA Cagliari

Aggiornato il 8/5/2022. In maiuscolo le partite da giocare fuori casa

Classifica Serie A | Marcatori | Calendario completo Serie A


 

Salernitana, 180' di passione: a Empoli metà stadio sarà granataFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments