Ronaldo, l’ultimo sprint è del Manchester City. Gabriel Jesus per convincere la Juve

Il fuoco covava sotto la cenere da tempo. A 5 giorni dalla fine del mercato, la questione Ronaldo è esplosa davvero. Il rumore che l’ha accompagnata è quello del jet privato del suo potentissimo agente, Jorge Mendes, atterrato a Torino dal Portogallo per raggiungere il Cristiano dolente. E non solo per il colpo al braccio che ieri l’ha costretto a lasciare l’allenamento in anticipo. La questione è decisamente più profonda: Ronaldo vuole andar via da Torino e l’uomo che ne ha accompagnato la crescita è sbarcato in Italia per prendere di petto la situazione. Con una convinzione: la strada giusta, per il fuoriclasse portoghese, porta a Manchester: non quella dei Diavoli rossi che lasciò nel 2009, ma al City, il giardino di Pep Guardiola.

La Juve vuole 28 milioni

Il tempismo della visita torinese del super procuratore non è affatto casuale: proprio ieri, Harry Kane, il primo obiettivo per l’attacco del Manchester City, ha annunciato che resterà al Tottenham. Poche ore dopo s’è diffusa la notizia di Mendes a Torino. L’agente ha in mano più di un discorso con i Citizens, anche un principio di accordo: il problema non è l’ingaggio di Ronaldo – 31 milioni netti a stagione, oggi – ma l’indennizzo di 28 milioni che chiede la Juventus per evitare una minusvalenza. Cifra che il City non vuol pagare per un 36enne, nemmeno se si chiama Cristiano Ronaldo.

Scambio con Gabriel Jesus

Ma lui freme, considerando esaurita la sua storia italiana. La strada giusta potrebbe essere quella di uno scambio, visto che il City per prendere un calciatore con ingaggio pesante deve farne uscire un altro. Il nome giusto è quello dell’attaccante brasiliano Gabriel Jesus, 24 anni, che Guardiola ha bocciato ma che piace molto ad Allegri e in più beneficerebbe del Decreto crescita. L’operazione può esser chiusa valutando i due oltre i 28 milioni di ammortamento residuo di CR7.

Sullo sfondo il Psg

Certo è singolare: se fino a qualche ora fa per Cristiano non si muoveva una foglia, ora le strade percorribili sembrano addirittura due. Il Psg infatti ha aperto alla cessione di Mbappé: il ds Leonardo chiederà 180 milioni, una cifra a cui il Real è disposto ad arrivare. A quel punto anche il Psg potrebbe diventare una pista (anche se a dirla tutta pensa più a Richarlison dell’Everton). Una cosa però è certa: a oggi, nessuno ha bussato in casa Juve. Né da Parigi, né da Manchester: nemmeno una mail esplorativa. E alla fine del mercato, non mancano che 5 giorni. Abbastanza per chiudere il cerchio: a patto che lo vogliano davvero tutti.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime