Roma, Mourinho: “Se proprio devo perdere, meglio farlo con i più forti. Con l’arbitro Sozza a Napoli avremmo vinto”

“L’Inter ha dimostrato di essere più forte. Noi siamo stati bravi ma non perfetti”. José Mourinho sintetizza così la sconfitta della Roma a Milano. “Loro sono la squadra più forte del campionato, con giocatori forti sotto tutti gli aspetti, tecnico e caratteriale. Per vincere contro di loro devi essere perfetto o trovarli in difficoltà. Noi purtroppo non siamo stati perfetti. Abbiamo avuto una grande palla gol di Mancini sullo 0-0 e 10″ dopo abbiamo preso gol su una loro palla in profondità. In occasione del secondo gol abbiamo perso una palla a centrocampo e di nuovo ci siamo fatti sorprendere da una loro verticalizzazione. Questo ci è costato un vuoto di fiducia e di concentrazione alla fine del primo tempo. Nel secondo tempo abbiamo preso gol da palla inattiva, cosa che avevamo preparato perché sapevamo perfettamente che loro sono molto forti in queste situazioni. Abbiamo accusato l’assenza di Cristante. Sul 3-0 abbiamo avuto il possesso palla e più coraggio nelle giocate. Se dovevamo perdere una partita in campionato dopo 12 partite e 3 mesi da imbattuti, preferisco farlo contro una squadra più forte di noi”.

“Sconfitta diversa rispetto all’andata, siamo in crescita”

Mourinho spiega come aveva preparato la partita: “Volevamo prenderli alti, ma quando prepari una gara contro l’Inter trovi sempre problemi. Hanno una cultura tattica da 3 anni, prima con Conte ora con Simone Inzaghi. Sanno fare gioco diverso: se crei un problema, loro ne creano uno diverso. È difficile da affrontare. Anche se il risultato è simile all’andata e alla partita di Coppa Italia il modo in cui abbiamo giocato è completamente diverso. Ovviamente il risultato è sempre importante, ma si vede l’evoluzione della Roma e questo è importante per me. Se fossimo andati sull’1-0 loro avrebbero avuto più pressione. Ma il calcio è così: quando giochi con un avversario più forte non puoi sbagliare e hai bisogno di una piccola stella dalla tua parte. Complimenti a loro”.

“Bravo Sozza, con lui a Napoli avremmo vinto”

Mourinho chiude le polemiche sulla designazione arbitrale facendo i complimenti a Sozza: “Gli è stata affidata una partita difficile. Penso abbia diretto 19 partite di Serie A, sono contento per lui. Penso anche che i giocatori abbiano fatto un buon lavoro per aiutarlo. E’ un giovane che ha fatto bene. Magari ha compiuto qualche piccola imprecisione ma la sensazione globale è che ha fatto bene. Se la settimana scorsa a Napoli se fosse stato lui l’arbitro invece del signor.. come si chiama, ho dimenticato…ah sì Di Bello, avremmo avuto 3 punti in più…”

“Sto lavorando per far salire il livello della squadra”

Il tecnico giallorosso analizza il gap che manca tra la Roma e le prime quattro. “Manca tempo, lavoro, crescita dei giocatori. Zalewski ha tanta qualità ma è un bambino che fa, inevitabilmente, degli errori. Ci sono squadre come l’Inter che pagano per avere Gosens in panchina, noi non lo facciamo ma noi, per fare un esempio, lavoriamo con Zalewski per migliorarlo. Penso che la Roma sia più squadra rispetto a 3 mesi fa a tutti i livelli, la nostra proposta di gioco oggi è molto più propositiva. Se non abbiamo avuto tante palle gol è merito dell’Inter. Abbiamo cercato di creare strategicamente situazioni, ma loro sono stati bravi ad arginarci. Se non avessimo affrontato l’Inter ma un’altra squadra avremmo vinto”

“Mi piacerebbe se lo scudetto lo vincesse l’Inter”

In chiusura Mourinho nega che, in cuor suo, l’amarezza della sconfitta sia mitigata dal fatto che sia arrivata proprio contro l’Inter: “No, non è vero. Amo l’Inter, ma amo anche la Roma e il mio lavoro. Siamo pagati per vincere. So anche che l’Inter e i tifosi nerazzurri mi amano ma voglio vincere tutte le partite. Sicuramente mi piacerebbe che l’Inter vincesse il campionato. Posso dirlo ora perché non affrontiamo più una concorrente per lo scudetto. Ma prima della partita volevo vincere e ho cercato di di dimenticare dove stavo giocando”, conclude.

Roma, Mourinho: "Se proprio devo perdere, meglio farlo con i più forti. Con l'arbitro Sozza a Napoli avremmo vinto"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
23 giorni fa

non ho visto commenti e pagella sulla partita di zaniolo.
era in campo o stava chattando sui social con qualche … fidanzatina?

castigamatti
Ospite
castigamatti
23 giorni fa

mourinho: “Noi purtroppo non siamo stati perfetti. Abbiamo avuto una grande palla gol di Mancini sullo 0-0 e 10″ dopo abbiamo preso gol su una loro palla in profondità”
mi dispiace, ma anche il grande mourinho ogni tanto si fa prendere un pó dalla prostituzione intellettuale.
se il tiro di mancini…
forse voleva dire se il tiro di calhanoglu, che é arrivato PRIMA di quello di mancini ed era DENTRO la porta, non FUORI.
se sul tiro di mancini handanovic fosse andato a giocare a carte, non sarebbe cambiato nulla, PERCHÉ ERA FUORI:
RECRIMINARE SUI TIRI FUORI DALLA PORTA é come parlare della roba che non hai comprato perché hai dimenticato il borsellino a casa.
o forse si é dimenticato anche che handonovic poi ha visto il pallone solo quando glielo passavano i suoi?