Roma, Mourinho: “Prova perfetta, è stato tutto speciale”

Roma, Mourinho: "Prova perfetta, è stato tutto speciale"

“E’ stata una grande prestazione”. José Mourinho non nasconde la soddisfazione per aver vinto il suo primo derby della Capitale. “Abbiamo meritato senza dubbi contro un avversario che nel secondo tempo ha giocato con orgoglio. Tutto quello che abbiamo pianificato siamo riusciti a metterlo in campo. La vittoria contro l’Atalanta è stata molto solida, questa è stata speciale”. Una vittoria pesante che, per il tecnico giallorosso, però, non cambia le prospettive in campionato: “Le prime 4 finiranno così, dopo ci sono 4 squadre che lottano tra il 5° e l’8° posto. Siamo 4 squadre che giocano bene, che stanno migliorando le proprie potenzialità. Finire quinti o ottavi fa differenza e vediamo se riusciamo a finire nella posizione migliore possibile”.

“Non mi piacciono gli ‘olè’, né alla fine tantomeno al 43′”

Alla fine del primo tempo Mourinho si è visibilmente arrabbiato con il pubblico che già festeggiava la vittoria accompagnando con gli ‘olè’ i passaggi dei propri beniamini. Lo ‘Special One’ spiega: “Gli ‘olè’ non mi piacciono né alla fine né al minuto 43 del primo tempo. E non mi piace che un giocatore in campo faccia di tutto per avere l’ovazione del pubblico. Bisogna sempre avere rispetto per l’avversario”.

“Grande Abraham, agli spareggi mondiali tifo Portogallo”

Un plauso speciale merita Abraham, decisivo con la doppietta, la più veloce di sempre nella storia dei derby (battuto il record di D’Amico che resisteva dal 1984, ndr): “Io conosco le sue potenzialità e non parlo solo del gol. Parlo di come ha pressato, di come l’ha gestita; io esigo tanto da lui perché conosco il potenziale e deve giocare ogni partita con questo atteggiamento. Mi è piaciuto”. Infine una battuta sul possibile spareggio mondiale Italia-Portogallo: “Non dimentichiamo Turchia o Macedonia. La Turchia, per il Portogallo, sarà difficile. Non sarò neutrale, amo l’Italia, la ringrazio per tutto quello che mi ha dato ma tiferò Portogallo”, conclude.

Abraham: “La vittoria dell’unità”

Tammy Abraham, dal canto suo, si gode una notte magica: “Non ho parole, vedete voi stessi che cosa significa per tutti i tifosi e per i compagni di squadra questa vittoria. Avevo sentito parlare di questa partita, me ne parlano da quando sono arrivato qui e più che segnare oggi due gol non potevo fare”. Il centravanti inglese con 23 gol messi a segno, ha già ‘preso in mano’ la squadra: “Merito del mister e dei compagni. Quando siamo uniti si ottengono i risultati. La Roma ha investito su di me e io voglio ripagarla. Che obiettivi ho per il finale di stagione? “Voglio vincere. Sono ancora deluso per il gol mancato, di solito da lì non sbaglio. Però ho fatto doppietta e abbiamo vinto”, conclude sorridendo.

Roma, Mourinho: "Prova perfetta, è stato tutto speciale"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments