Roma, Mourinho: “Eravamo stanchi, è stata la vittoria della panchina”

“E’ stata una vittoria meritata ma sofferta, la squadra è stanca”. José Mourinho si gode i tre punti con la Salernitana ma lancia un piccolo grido d’allarme in vista del difficile ritorno di Conference con il Bodoe: “Non è facile giocare giovedì e domenica. Sicuramente Gasperini pensa lo stesso, soprattutto quando giochi in trasferta e poi devi viaggiare, c’è poco margine di recupero. Abbiamo cambiato la partita con gente fresca: i cambi hanno dato energia. La Salernitana ci ha messo in difficoltà, ha dato tutto quello che aveva e alla fine è calata perché non ne aveva più per sostenere l’intensità difensiva per tutti i 90′. La vittoria è meritata perché, pur non giocando bene, l’abbiamo voluta fino alla fine”.

“Chiedo scusa alla Salernitana per l’atteggiamento della nostra panchina”

La Salernitana, per bocca del ds Sabatini, si è lamentata dell’atteggiamento della panchina giallorossa nei confronti degli arbitri. Mourinho ammette: “Sulle parole alla fine loro hanno ragione. Come responsabile della panchina mi scuso per qualche parola non troppo bella che è volata”.

“Felice per Perez, non è facile per me trovargli spazio”

La svolta della gara è arrivata grazie all’invenzione di Carles Perez, uno che in stagione ha avuto sempre poco spazio. Mourinho spiega: “Noi allenatori pensiamo tanto, ma qualche volta decidere non è così facile. C’è sempre l’altro lato: se si cambia troppo e le cose vanno male, gli allenatori si sentono quasi colpevoli. Si pensano tante cose ma alla fine dobbiamo decidere. I 5 cambi sono un aiuto, permettono durante la partita di fare questo. Per Carles Perez sono particolarmente felice: è un ragazzo fantastico e lavora come nessuno. Qualche volta per il sistema tattico non si trova posto per lui e per le sue qualità, ma in una situazione estrema come questa l’ho messo in una posizione ultra offensiva in una squadra che non aveva nulla da perdere. Sono felice, il suo gol ci ha dato un’altra forza per vincere la partita”.

“Zaniolo ha fatto bene, ha dato una scossa alla partita”

A proposito di subentrati, in campo dopo l’infortunio si è rivisto Zaniolo che ha cercato, senza fortuna, la vita della rete: “Sono contento ma sono dispiaciuto che non abbia segnato perché ha fatto bene, direi benissimo. Ha cambiato la dinamica della partita, ha avuto la possibilità di fare due gol meravigliosi. In una circostanza il portiere secondo me tocca la palla, poi ha avuto un’altra situazione in cui sembrava gol. Dopo la Nazionale ha avuto un problema, oggi in 45′ ha mostrato forza e voglia. Per me è importante. Anche Veretout ha dato qualità, con un Cristante che corre come nessuno e gioca sempre, anche Jordan ha dato buon dinamismo alla squadra. Questa è stata la vittoria dei ragazzi che erano in panchina”.

“Juventus troppo forte, nessuna chance di Champions”

Una vittoria che, per Mourinho, non aumenta le chance di Champions della Roma: “No, per me non ce ne sono proprio perché la Juve è troppo forte per farsi raggiungere. C’è un campionato tra il 1° e il 4° posto, e un altro tra 5° e 8° posto. Noi dobbiamo guardarci dall’Atalanta dalla Lazio, che qualcuno pensava che dopo il derby accusasse il colpo e invece ha centrato due vittorie di fila, anche se con fortuna per le decisioni arbitrali e la Fiorentina che è una squadra è fantastica e ha strappato una grande vittoria a Napoli”.

“Incredibile vedere così tanta gente allo stadio”

Giovedì la Roma troverà di nuovo uno stadio stracolmo per tentare di battere il Bodoe con due golo di scarto: “I nostri giocatori devono sentire più responsabilità nei confronti dei nostri tifosi che sono straordinari. Non stiamo giocando per vincere lo scudetto ed è incredibile vedere così tanta gente. Sapere che giovedì lo stadio sarà pieno per una gara decisiva è fantastico. Permettetemi di fare i complimenti anche ai tifosi della Salernitana che sono venuti fin qui in 6-7000 dimostrando amore e passione”, conclude.

Smalling: “Vinto grazie al carattere”

Per Chris Smalling, match-winner dell’incontro, la Roma ha vinto “grazie al carattere. Eravamo sotto di una rete dopo il primo tempo, volevamo i 3 punti d eravamo convinti di poterla ribaltare. Una vittoria importante non solo per il campionato, ma anche per il ritorno di Conference. Contro il Bodoe dovremo giocare con la stessa determinazione del secondo tempo. Con questi tifosi secondo me ce la faremo ma sarà una partita difficile”. Il difensore inglese sta finalmente trovando continuità dal punto di vista fisico: L’anno scorso dopo il passaggio a titolo definitivo alla Roma ho avuto un infortunio piuttosto serio che mi sono portato avanti per tanto tempo. Quest’anno sono ripartito forte, in forma, sto lavorando duro per essere a disposizione di Mourinho”, conclude.

Roma, Mourinho: "Eravamo stanchi, è stata la vittoria della panchina"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments