Roma, Mourinho: ”Contro lo Zorya è una finale, Zaniolo sarà titolare”

“Come una finale”. Jose Mourinho presenta così Roma-Zorya, quinta e penultima giornata di Conference League, con i giallorossi secondi alle spalle del Bodo Glimt e avanti un punto sugli ucraini. “Se vinciamo siamo dentro, se perdiamo siamo fuori. Un pari lascia tutto aperto e con il destino ancora nelle nostre mani. Per noi sarà una finale, così come per loro. Sarà dura andare avanti mesi e mesi con campionato e coppa, ma è un problema che vogliamo avere”.

“Zaniolo titolare”

Partita troppo importante per pensare al turnover. Mourinho, di fatto, annuncia qualche titolare, tra cui figura Nicolò Zaniolo dopo le due panchine consecutive a Venezia e Genova. “Giocheranno dall’inizio lui, Abraham e Rui Patricio. Non mi aspetto niente di particolare da Zaniolo come singolo, mi aspetto molto dalla squadra. A Genova non è sceso in campo, ma per il modo in cui ha esultato al gol di Felix è come se avesse giocato”. E sull’attaccante inglese: “Sono felice di lui, anche difensivamente. Mi sembra che sia più giocatore di squadra, ha imparato ad avere un’altra dimensione che prima non aveva. Ovviamente penso che arriveranno anche più gol e avrà tutto. Ha avuto un piccolo calo dopo un inizio forte, ma è normale dopo l’infortunio che lo ha costretto a giocare con qualche limitazione”.

Difesa a 3 o 4

Buone notizie dall’infermeria. Tornano in gruppo Vina e Calafiori: “Si sono allenati con la squadra, ho la riunione con lo staff medico e decideremo se sono convocabili, come ho fatto per Smalling a Genova”, dice Mourinho che con il recupero dei terzini sinistri affronta il tema della difesa. “L’obiettivo è tornare a quattro, la rosa non è costruita per giocare così, i calciatori hanno fatto bene e si sono sforzati nell’adattarsi”. Chiaro riferimento ad El Shaarawy, che si sta sacrificando nel ruolo di esterno sinistro: “Sta giocando in quella posizione che per me era quasi impossibile da pensare. L’anno scorso aveva avuto alti e bassi, problemi fisici e di adattamento ad alta intensità. Dopo la Cina non ha avuto continuità. Ho sempre pensato fosse un’ala offensiva, invece ha avuto un’evoluzione per cui ora gioca 90 minuti e a due metri dalla linea di porta ha fatto un salvataggio sull’unica occasione del Genoa”.

Veretout: “Voglio restare qui”

Presente anche Jordan Veretout che, squalificato nella prossima giornata di campionato, giocherà dall’inizio vista anche la positività al Covid di Cristante e Villar. “Sappiamo che è una partita molto importante. Giochiamo la Conference per vincere, perdere ci condannerebbe. La giochiamo come una finale, con entusiasmo”. Il centrocampista francese parla poi del suo futuro: “Il mio procuratore parla con la società e il direttore, la società conosce la mia volontà. Io sono romanista e voglio rimanere”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime