Roma-Lecce 2-1, Dybala segna il rigore e si fa male: vittoria amara per i giallorossi

Al momento stai visualizzando Roma-Lecce 2-1, Dybala segna il rigore e si fa male: vittoria amara per i giallorossi

ROMA. Ci sono occasioni in cui la soluzione ha la stessa faccia del problema. Il rigore che le consegna tre punti contro il Lecce toglie alla Roma Paulo Dybala, e non serve un alchimista per capire come sia lui, finora, ad aver tirato fuori l’oro da una squadra che più crea meno sembra in grado di segnare. Neanche il tempo di godersi il 7° gol nelle ultime 8 gare che il fiato s’è fermato: Paulo è uscito dall’Olimpico in lacrime (“Mi fa malissimo”, il labiale che non lascia dubbi), il fisioterapista Martinelli a tenergli sul quadricipite sinistro un impacco ghiacciato. “Sta male, per non dire molto male”, ha confermato Mourinho, “difficile rivederlo nel 2022”.

<< La cronaca della gara >>

Certo è soprattutto grazie a lui se in una stagione indecifrabile la Roma è lì, a lottare con le primissime: un punto meno di Milan e Udinese, due meno dell’Atalanta. Dybala e Smalling nel 2-1 contro l’Inter, Smalling e Dybala nel 2-1 di ieri al Lecce. Una compagnia di (buona) ventura, un sistema collaudato ed efficacissimo. Per il difensore inglese è il 3° gol in campionato: da solo, ha segnato più di Abraham e di tutti gli altri calciatori offensivi insieme, da Zaniolo a Pellegrini, Belotti, Shomurodov. La Roma però i suoi problemi li ha, se in superiorità numerica per 70 minuti ha avuto bisogno di un rigore – anzi, di un vero e proprio rigorino – per vincere, sciupando occasioni con Zaniolo, Zalewski, Abraham. 

Per una volta, degli arbitri non si lamenterà Mourinho ma la squadra avversaria: certo l’intervento di Hjulmand su Belotti è stato pericoloso e scoordinato, ma in casi simili forse è dal campo che si valuta l’intensità. Invece Prontera, 36 anni appena, è stato indotto dal Var Banti – ex arbitro da 58 partite internazionali – a rivederlo. E se un collega esperto ti suggerisce di cambiare idea, è difficile dirgli di no. Anche a costo di sbagliare. 

Roma batte Lecce 2-1 (1-1).
Roma (3-4-2-1):
Rui Patricio; G.Mancini (43′ st Kumbulla), Smalling, Ibanez; Zalewski, Cristante, Lo.Pellegrini, Vina (1′ st Spinazzola); Dybala, Zaniolo (1′ st Abraham); Belotti (31′ st Shomurodov). All.: Mourinho
Lecce (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Umtiti, Pezzella; Gonzalez (1′ st Blin), Hjulmand, Askildsen (25′ st Helgason); Strefezza (25′ st Di Francesco), Ceesay (45′ st Oudin), Banda (35′ st Colombo). All.: Baroni.
Arbitro: Prontera di Bologna.
Reti: nel pt 6′ Smalling, 39′ Strefezza; nel st 3′ Dybala rig.
Espulso: nel pt 22′ Hjulmand per gioco falloso.
Ammoniti: Umtiti per proteste, Ibanez, G.Mancini e Di Francesco per gioco falloso.
Angoli: 13-4 per la Roma.
Recupero: 3′ e 5′.
Note: spettatori 64.018.

Roma-Lecce 2-1, Dybala segna il rigore e si fa male: vittoria amara per i giallorossiFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments