Roma-Betis 1-2: Henrique beffa i giallorossi al 90′, Zaniolo espulso per un calcio a un avversario

Al momento stai visualizzando Roma-Betis 1-2: Henrique beffa i giallorossi al 90′, Zaniolo espulso per un calcio a un avversario
Roma-Betis 1-2: Henrique beffa i giallorossi al 90', Zaniolo espulso per un calcio a un avversario

ROMA — Non basta Dybala. Il Betis beffa la Roma al 90′, dopo una partita giocata solo o quasi da Dybala e soci in testa al gruppo C di Europa League. Partenza a handicap. Un intervento di Gianluca Mancini per toglier palla a un’avversario toglie invece dopo 5 minuti Celik a Mourinho: botta dolorosissima alla caviglia – c’è da augurarsi solo dolorosa – e dentro Spinazzola. Il primo lampo è del Betis: Fekir s’accentra, stampa la palla sul palo, ma nel giro di qualche minuto è fuori anche lui: un problema fisico e deve lasciare il campo a Luiz Henrique. Nonostante una certa sofferenza iniziale, è però la Roma a passare: testa di Ibanez su calcio d’angolo, la palla sbatte sul braccio di Ruibal, il Var richiama l’arbitro Jug che di fronte alle immagini non ha altra scelta che concedere il rigore.

Dybala, sesto gol nelle ultime 6 gare

Senza Pellegrini, calcia Dybala che segna il 6° gol nelle ultime 6 gare giocate spiazzando senza appello Claudio Bravo. Lo è di nome e di fatto il portiere del Betis, quando cancella d’un colpo i 39 anni stampati sulla carta d’identità togliendo da sotto la traversa una volée della Joya. Un istante prima lo aveva graziato Zaniolo, stampando proprio sulla traversa (ma in sospetto fuorigioco) un cross delizioso da destra di Zalewski. Tentativi romanisti di tornare avanti: sì, perché perché nel frattempo il Betis ha pareggiato con un bolide da fuori di Guido Rodriguez, estemporaneo e fatale.

Cristante e l’occasione persa

L’1-1 va stretto però alla Roma. L’occasione di romperlo capita subito: una manciata di minuti della ripresa e Crstante, in una mischia in area, si ritrova sul destro la palla del vantaggio. Della vittoria forse. Ma che resta un’idea, perché la botta di collo è centrale e Bravo fa in tempo a rialzarsi e a respingerla. La delusione frena la Roma, che resta in pressione, ma non riesce più a trovare lo spunto decisivo. Né con un troppo timido Abraham, né con Zaniolo e Dybala. E nemmeno con Belotti, trattenuto quando potrebbe involarsi dall’ex viola Pezzella, che insimee all’ex laziale Luiz Felipe riesce a blindare la propria porta. La partita, nonostante gli sforzi romanisti, sembra canalizzata verso il pari.

Roma beffata al 90′, Zaniolo si fa cacciare

Ma il destino ha in serbo la beffa, che si materializza al 90′: un cross dalla sinistra di Rodri sembra innocuo, con tre romanisti a presidiare l’area e il solo Luiz Henrique per il Betis. Ma la parabola scavalca tutti, Spinazzola si addormenta e l’attaccante brasiliano degli andalusi riesce di testa a disegnare un pallonetto beffardo e letale. Nel finale Zaniolo perde la testa e dà un calcio da dietro a un avversario, gesto visto dal guardalinee Zunic. Rosso, e con lui escono le speranze residue della Roma di evitare una sconfitta che rischia di compromettere in via definitiva o quasi la possibilità di vincere il girone.

Roma-Betis 1-2: Henrique beffa i giallorossi al 90', Zaniolo espulso per un calcio a un avversarioFonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
7 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

mi ricordo il calcione rifilato da totti a balotelli, dopo averlo rincorso con rabbia per metá campo.

deve essere nel dna dei romanisti usare la violenza dove non arrivano con la tecnica e l’abilitá.

un dna che sa perdere con classe.

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

ma la roma ha giocato contro il barcellona?
é in un girone di champions?
ah… forse sta facendo ancora la confeder(c)tion league..
dove giocano gli scarti dell’europa league che sono gli scarti della champions league.

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

sentire in tv un “vaccaro” pastore di mucche fare il galletto prima della partita della rometta e vedere poi il risultato éun godimento assoluto.

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

da tifoso interista, sno orgoglioso che la mia societá abbia silurato e scaricato un giocatore presuntuoso, falloso, inaffidabile, falso e violento come zaniolo.

Tre Punte
Ospite
Tre Punte
1 mese fa
Reply to  castigamatti

Soprattutto sopravvalutato, e pensare che questa scelta è stata criticata da molti…

il Nerazzurro
Ospite
il Nerazzurro
1 mese fa

Ma quante volte è stato espulso? Manco fosse un difensore, per un attaccante è una cosa anomala.
Poi è anche una mancanza di rispetto per i compagni e la società, lascia in 10 la squadra come niente.

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

“Calcione e rosso: Zaniolo l’ha rifatto ancora. Cronistoria di tutte le sue squalifiche a Roma”
i giornalisti devono smetterla di dire “ex giocatore dell’inter”.
l’inter lo ha VENDUTO, MANDATO VIA, SBOLOGNATO perché si é accorto di che pasta é fatto:
tanto talento, poco cervello e ancor meno onore sportivo!

chiedetevi perché anche mancini non lo vuole in nazionale!
eppure ha dato un’altra chance persino a balotelli.

e per pietá non parliamo della sua vita privata…
il tipico esempio del “bullo de trastevere”!
che si crede di essere chissachí ed é soltanto una ****ina…