Roma, Abraham: “Mourinho mi ha chiesto di essere un mostro”

“Cosa mi ha insegnato Mourinho in questi primi tre mesi? A essere un mostro. Una delle cose che mi ha detto è che ero troppo buono come calciatore e che dovevo mostrare aggressività”. Così Tammy Abraham, al The Telegraph, ha sintetizzato i suoi primi mesi a Roma. “E’ sempre difficile, trasferirsi e calarsi in un nuovo paese e in una nuova cultura. Ho pensato che prima mi sarei adattato e prima avrei imparato differenti tipi e stili di calcio. Sono partito per spiccare il volo” ha aggiunto l’attaccante.

Abraham ha commentato anche la difficoltà del campionato italiano: “Non mi aspettavo che potesse essere così difficile. I calciatori sono molto intelligenti e per il modo di giocare in Italia la difesa è molto importante. Quindi per me si trattava di capire anche l’altra parte. In Inghilterra siamo abituati ad attaccare, attaccare, attaccare e devo imparare l’altra strada, come rompere le difese avversarie. Fa parte del processo di apprendimento e puoi vederlo con Lukaku e gli altri, che sono andati all’estero e sono tornati in Inghilterra, per me è questione di migliorare me stesso”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime