Qualificazioni mondiali, il Brasile si spaventa ma poi batte il Venezuela. Pari per Argentina e Uruguay

Nove su nove per il Brasile in attesa di sapere cosa ne sarà della partita contro l’Argentina di inizio settembre, sospesa dopo pochi minuti per l’entrata in campo dei funzionari dell’agenzia sanitaria per le presunte violazioni dei protocolli anti-Covid da parte di 4 calciatori dell’Albiceleste. La Seleçao di Tite viaggia a punteggio pieno nel girone sudamericano delle qualificazioni mondiali, ma quanta fatica per battere 3-1 il Venezuela, fanalino di coda del gruppo.

Gabigol sveglia il Brasile al 90′

Primo tempo da dimenticare per i verdeoro, colpiti all’11’ da Ramirez, ma l’ingresso di Raphinha dopo l’intervallo al posto di Everton cambia volto al Brasile: da un suo calcio piazzato arriva il pari di Marquinhos al 71′. A cinque minuti dal 90′ l’ex interista Gabigol si procura e trasforma il rigore che ribalta la gara e in pieno recupero ecco il sigillo di Antony, ancora su assist di Raphinha. Brasile a quota 27, +8 sull’Argentina seconda e bloccata sullo 0-0 ad Asuncion. La Seleccion, senza Lautaro out per un affaticamento muscolare, si affida all’altro interista, Correa, che domina per gran parte della gara, ma non concretizza e deve alla fine ringraziare Emiliano Martinez per un paio di parate decisive, che consentono comunque all’Albiceleste di allungare a 23 partite la sua striscia positiva.

Pari Uruguay, Cile sempre più giù

Finisce senza reti anche la sfida di Montevideo fra Uruguay e Colombia, un pari che serve poco a entrambe, con la Celeste che viene agganciata al terzo posto a quota 16 dall’Ecuador. A Guayaquil prova di forza dei padroni di casa contro la Bolivia, con un 3-0 che matura fra il 14′ e il 19′ con il gol di Estrada e la doppietta di Enner Valencia, che diventa il miglior bomber di sempre della sua nazionale con 33 reti. Si mette male, invece, per il Cile, ora a -7 da quel quinto posto che garantirebbe almeno gli spareggi intercontinentali: la Roja (90′ per Alexis Sanchez) esce battuta 2-0 dalla trasferta peruviana, con un gol per tempo a firma Cueva e Pena. La squadra di Gareca allunga in classifica sugli stessi cileni, ora terzultimi con appena 7 punti dopo 10 giornate.

La classifica

La classifica vede in testa il Brasile a punteggio pieno con 27 punti in 9 gare e l’Argentina a inseguire (19), entrambe con una partita in meno, poi a ruota Uruguay ed Ecuador a 16, quinta la Colombia con 14 punti. Chiudono Paraguay (12), Perù (11), Cile (7), Bolivia (6) e Venezuela (4).

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x