Qualificazioni Mondiali 2022, la situazione girone per girone

Solo Germania e Danimarca, oltre al Qatar paese ospitante, sono già qualificate al Mondiale 2022. In Europa si qualificano 13 squadre: le 10 vincenti dei gironi più 3 squadre che passeranno dai play-off di marzo 2022, dove accedono le 10 migliori seconde e le 2 migliori ripescate in base alla graduatoria di Nations League. Vediamo la situazione nei gironi.

Girone A: Portogallo-Serbia da spareggio

Al Portogallo manca ancora un punto, dopo il pareggio ottenuto contro l’Irlanda (0-0). Domenica 14 novembre c’è lo scontro diretto con la Serbia: le due squadre sono appaiate ma ai lusitani basterà un pari in virtù della migliore differenza reti (+12 contro +8). Si gioca allo stadio Jose Alvalade, quello dello Sporting Lisbona, dove CR7 ha iniziato la sua ascesa.

Classifica: Potogallo 17 (diff. reti +12), Serbia 17 (diff. reti +8), Lussemburgo 9, Irlanda 6, Azerbaigian 1.

Girone B: Spagna-Svezia decide tutto

Vincendo ad Atene (e ringraziando la Georgia, che ha battuto a sorpresa la Svezia), la Spagna ha rimesso le cose a posto nel gruppo. Adesso le basterà un pari a Siviglia domenica nello scontro diretto, la Svezia si qualifica solo con la vittoria.

Classifica: Spagna 16, Svezia 15, Grecia 9, Georgia 7, Kosovo 4.

Girone C: Italia-Svizzera decisiva

Italia-Svizzera sarà fondamentale ma non emetterà ancora verdetti definitivi: tutto si decide all’ultima giornata (Irlanda del Nord-Italia e Svizzera-Bulgaria). La Bulgaria è già fuori. Se l’Italia batte la Svizzera, le basterà poi un pari a Belfast lunedì per andare al Mondiale. Un pareggio a Roma rinvia tutto all’ultima giornata (l’Italia ha due gol di vantaggio in differenza reti sugli svizzeri). Un ko invece condanna gli azzurri: dovrebbero vincere a Belfast e sperare nel ko casalingo della Svizzera a Lucerna.

Classifica: Italia e Svizzera 14, Bulgaria 8, Irlanda del Nord 5, Lituania 3.

Girone D: Francia a un passo dalla qualificazione

Sabato allo Stade de France la Francia di Deschamps affronta il Kazakhstan ed è già un match point per la qualificazione: vincendo, si renderebbe irraggiungibile per l’Ucraina (che ha disputato una gara in più), la Finlandia e la Bosnia. Tre squadre in corsa per il secondo posto, occhio a Bosnia-Finlandia sabato a Zenica: chi vince diventa secondo a un turno dalla fine. E il 16 novembre si giocano Bosnia-Ucraina e Finlandia-Francia.

Classifica: Francia 12, Ucraina 9, Finlandia 8, Bosnia 7, Kazakhstan 3.

Girone E: quasi fatta per il Belgio

Sabato il Belgio ospita l’Estonia e può staccare il biglietto per il Qatar con una vittoria. La Repubblica Ceca riposa, il Galles ospita la Bielorussia. All’ultimo turno, Galles-Belgio e Repubblica Ceca-Estonia.

Classifica: Belgio 16, Repubblica Ceca e Galles 11, Estonia 4, Bielorussia 3.

Girone F: Danimarca qualificata, Scozia quasi ai play-off

La Danimarca è stata la seconda squadra più veloce a qualificarsi dopo la Germania. La Scozia venerdì gioca in Moldavia, Israele è in Austria: possibile che la corsa per il secondo posto si chiuda in anticipo e che Scozia-Danimarca, lunedì ad Hampden Park, sia poco più che un’amichevole.

Classifica: Danimarca 24, Scozia 17, Israele 13, Austria 10, Faroe 4, Moldavia 1.

Girone G: Olanda-Norvegia il 16 novembre

Uno dei gruppi più avvincenti, anche perché il 16 novembre si gioca Olanda-Norvegia a Rotterdam. Prima, sabato, Montenegro-Olanda e Norvegia-Lettonia. La Turchia può insidiare il secondo posto, avendo un calendario non proibitivo: Gibilterra in casa e poi Montenegro in trasferta.

Classifica: Olanda 19, Norvegia 17, Turchia 15, Montenegro 11, Lettonia 5, Gibilterra 0.

Girone H: sprint fra Russia e Croazia

Senza sorprese il penultimo turno (Russia-Cipro 6-0, Malta-Croazia 1-7). Anche qui ci sarà uno spareggio per decidere primo e secondo posto: Croazia-Russia a Spalato domenica sera. La Croazia deve vincere, ai russi basta il pari.

Classifica: Russia 22, Croazia 20, Slovacchia e Slovenia 11, Malta e Cipro 5.

Girone I: Inghilterra-Albania vale tutto per Reja

Uno dei gruppi più incerti. In corsa anche l’Albania di Reja, che venerdì sfida gli inglesi a Wembley, mentre la Polonia ha la trasferta non proibitiva in Andorra. Lunedì Polonia-Ungheria, San Marino-Inghilterra, Albania-Andorra. Alla luce del calendario, agli inglesi basta un pari contro l’Albania (per poi incassare la qualificazione a San Marino, ancora a 0 punti). Reja invece è virtualmente fuori dalla corsa per il primo posto e potrebbero non bastargli due vittorie per guadagnare la seconda posizione.

Classifica: Inghilterra 20, Polonia 17, Albania 15, Ungheria 11, Andorra 6, San Marino 0.

Girone J: Germania qualificata, Macedonia o Romania ai play-off

Con la Germania già qualificata, qui si gioca solo per il secondo posto: la Macedonia del Nord ha vinto largamente in Armenia (5-0) e scavalcato la Romania (fermata dall’Islanda). Domenica la Macedonia ospita l’Islanda, la Romania gioca in Liechtenstein. L’Armenia è fuori: ha 3 punti e 18 gol da recuperare in differenza reti sulla Macedonia.

Classifica: Germania 24, Macedonia del Nord 15, Romania 14, Armenia 12, Islanda 9, Liechtenstein 1.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime