Premier League: il Manchester United ne fa 4 al Leeds, ma Ronaldo resta in ombra

Premier League: il Manchester United ne fa 4 al Leeds, ma Ronaldo resta in ombra

LONDRA – Un successo esterno, sofferto ma assai prezioso, così da consolidare la quarta posizione in classifica. E’ quello centrato dal Manchester United, che nella 26esima giornata della Premier League si è imposto per 4-2 sul campo del Leeds in una gara a più facce. Un’affermazione che consente alla formazione guidata da Ralf Rangnick di portarsi a 46 punti in classifica, a -4 dal Chelsea terzo e conservando quattro lunghezze di vantaggio sulla coppia composta da Arsenal (i Gunners hanno però tre partite da recuperare) e West Ham.

<< La classifica della Premier League >>

Fred ed Elanga vanificano la rimonta Leeds

La sfida sembrava chiusa dopo il doppio vantaggio per i red devils, siglato da Maguire al 35′ e Bruno Fernandes nel recupero del primo tempo, invece la reazione della squadra di Marcelo Bielsa riportava tutto in parità nel giro di un solo minuto: il tiro-cross di Rodrigo si trasforma in gol, sorprendendo De Gea al 53′, e al 54′ Raphinha fa 2-2. Sono però le reti di Fred (70′) ed Elanga (88′) a firmare il definitivo 2-4 sul tabellino e mettere al tappeto il Leeds padrone di casa, fermo a quota 23 punti con due incontri da recuperare.

CR7 in ombra: crescono i dubbi in casa United

Ancora una volta lo United ha dovuto fare i conti con un Cristiano Ronaldo in ombra, tanto che in seno al club crescono i dubbi sull’operazione che lo ha riportato all’Old Trafford. Tanto che, secondo quanto riportato dal ‘Mirror’, la dirigenza dei Diavoli Rossi non ostacolerà il portoghese nel caso in cui dovesse chiedere di partire, a maggior ragione se lo United non dovesse centrare la qualificazione in Champions League. L’ex Real Madrid e Juventus, tornato a Manchester dopo 11 anni, non ha portato i benefici sperati e “invece è diventato un fardello”, come scrive il quotidiano. “Ronaldo è nel crepuscolo della sua carriera” e, nonostante sia in cima alla classifica dei realizzatori della squadra con 15 gol, CR7 – sostiene il ‘Mirror’ – “mostra segni di usura dopo aver giocato quasi 19 stagioni ai massimi livelli”.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments