Pogba e Di Maria nella lista di Allegri: alla Juve i giovani non bastano più

La Juve ha capito di non poter avere ancora pazienza. È stato Allegri, dopo aver soppesato il bilancio di questa stagione disastrata, a spiegarlo per bene e a convincere la società: d’accordo i giovani, ma per tornare a vincere servono almeno tre elementi di esperienza, di spessore internazionale e con una frequentazione consolidata con il successo. Sarà accontentato, d’altronde è stato richiamato un anno fa anche per orientare le strategie tecniche del club: avrà almeno due giocatori, o più probabilmente tre, che verranno ingaggiati a prescindere dalla carta d’identità e dai piani di svecchiamento impostati due anni fa e che in un certo senso erano già stati traditi con la cessione di un formidabile talento giovane come Kulusevski

Allegri ha bisogno di rinforzi in linea con la sua natura e li avrà: è per questo che la Juve si è messa a discutere di e con Pogba e ha schiuso la porta a Di Maria, che bussava invano da un pezzo. Un terzo uomo navigato potrebbe arrivare tra difesa e centrocampo (piace molto Paredes del Psg, che potrebbe essere scambiato con Kean). I giovani serviranno a completare la rosa (Raspadori è considerato il jolly d’attacco ideale, se non si riuscisse a trattenere Morata), mentre si è raffreddata la pista Zaniolo. Va specificato che alla Juve si considerano giovani anche i 24enni Chiesa e Locatelli.

Allegri vuole personalità e attitudine al successo. Di Maria andrebbe benone, anche se ha ormai 34 anni e a Parigi è scivolato in secondo piano. Si è proposto lui: vorrebbe venire un anno e poi chiudere la carriera in Argentina. La Juve gli ha mostrato disponibilità, ma i vantaggi del decreto crescita scattano dalla seconda stagione. L’alternativa nel ruolo sarebbe Perisic, che ha però ha pretese fuori budget. Ma Allegri stravede per il croato. E Allegri è l’uomo chiave per il ritorno di Pogba, con il quale ha conservato intatto il feeling che avevano quando lo allenava a Torino. Se il Polpo guardasse ai soldi, firmerebbe per il Psg o rinnoverebbe con lo United, che manterrebbero il suo salario ben oltre i 10 milioni. Ma se capisse che la sua urgenza è rilanciare una carriera che a Manchester si è accartocciata tra infortuni, capricci tattici, litigi, ed espulsioni, il ritorno sarebbe la soluzione ideale: non c’è stata una Juve più bella di quella con Pogba e non c’è mai stato un Pogba migliore di quello bianconero. Rimettersi insieme sarebbe una sorta di mutuo sostegno per dare un colpo di spugna a queste ultime disgraziate stagioni. Dal 2019, Pogba è stato titolare in appena il 44% delle gare di Premier. Tra caviglie cosce e polpacci, è stato più infortunato di Dybala, ma conserva una scorta di talento speciale che Allegri è convinto di riuscire a tirar fuori di nuovo. A Parigi Pogba farebbe prima di tutto il testimonial, l’uomo immagine: in un attimo rischierebbe di diventare il parafulmine. A Manchester c’è stanchezza reciproca. A Torino è pronto un contratto meno lungo (triennale) e meno ricco (8 milioni l’anno), ma la voglia di ricominciare che c’è qui non la troverebbe da nessuna parte. Pogba e Di Maria nella lista di Allegri: alla Juve i giovani non bastano piùFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

quando era conte a chiedere 100 euro per pagare al ristorante, il figlio di papá monociglio l’ha cacciato.
quando era conte all’inter a chiedere qualche acquisto in piú per vincere, tutti i giornalai gobbi si sono scatenati contro di lui “presuntusoso… quello che guadagna non gli basta?” – “pretenzioso e sfrontato… non ha giocatori a sufficienza e ne vuole degli altri…”
MA SE CAPITA ALLA GIUBENTUS CHE UN ALLENATORE PRENDA 9 MILIONI ALL’ANNO PER FARE MENO PUNTI DI UN PIRLETTA DA 300MILA EURO… ALLORA I GIORNALUCOLI SE NE STANNO ZITTI:::
HA ORDINATO COSÍ IL RAMPOLLO DELLA FIAT?

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

allegri no andava bene e ci voleva sarri.
sarri non andava bene e ci ha provato con pirlo.
pirlo non é andato bene e ha ripreso allegri.
ora allegri non é andato meglio, ma siccome costa troppo licenziarlo, si passa a fare qualche nuovo aumento di capitale per prendere altri giocatori?

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

“L’Inter riparte da Lautaro… e Dybala: a breve l’affondo per la Joya, pronto un quadriennale”.fino a qualche giorno fa i saputelli di vinovo scommettevano sicuri che l’inter avrebbe dovuto cedere lautaro per fare mercato.
ora sembra che il mercato dell’inter (e il primo acquisto sembra proprio dybala, con grande scorno e livore dei gobbetti..) si faccia anche tenendo lautaro in squadra.
probabilmente sono gli stessi saputelli vestiti da gufi che l’anno scorso a marzo si sono seduti sulla sponda del fiume ed erano sicuri di vedere passare di lí a poco i cadaveri di zhang, suning e inter al completo.
invece sono ancora lí che aspettano con il sedere appiattito e il muschio sotto le mutande..

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

“Inter, per Gazzetta a partire potrebbe essere un difensore: occhio a Bastoni che piace ovunque”.invece per la “gazzetta” la juve vorrebbe far partire arturello, rabiot, bernardeschi, morata e probabilmente anche kean che ha segnato quanto un difensore del crotone.
MA NON PIACCIONO DA NESSUNA PARTE: CIOÉ NESSUNO LI VUOLE…
dove troveranno quelli di vinovo i 60 milioni per zaniolo e i 70 milioni per milinkovic-savic?
e quelli per lo stipendio di pobba e di maria, che certamente non si accontenteranno di 300mila euro?
voglio ricordare che all’inter dybala non costerá nemmeno 1 €, visto che lo stipendio proposto é pari, se non inferiore, a quello di vidal, che andrá via.