Pioli: “Giocatori cresciuti, è il mio Milan più forte”

Stefano Pioli non vede l’ora di iniziare. Il pre-campionato del suo Milan è stato una continua crescita e i gol di Giroud hanno portato grande entusiasmo in squadra e tra i tifosi. Domani primo vero banco di prova della stagione, l’esordio in campionato a Genova contro la Sampdoria. “Questo è il mio Milan più forte. Ho trovato i miei giocatori molto consapevoli, cresciuti. Le stagioni precedenti ci hanno dato fiducia, e i giovani come Tonali e Leao li ho ritrovati diversi, più maturi, più forti. Ci manca ancora qualcosa, come Zlatan che è ancora fuori, Kessie che ha un infortunio, Florenzi è appena arrivato, ma credo che il gruppo a completa disposizione sia forte”.

“Sarà un campionato equilibrato”

“Questo non significa che vinceremo tutto – sottolinea Pioli -, ma che le vogliamo vincere tutte sì. Al netto delle difficoltà che incontreremo. Le 7 squadre che possono vincere lo scudetto sono vicine. L’equilibrio sarà ancora lì. Dire chi è favorito per lo scudetto è difficilissimo. Credo che quest’anno ci sia più equilibrio, solo l’Inter è riuscita a staccarsi anche perché sono usciti dalla Champions a dicembre. Comunque chi ha vinto è sempre la favorita. Ha perso giocatori importanti, ma ne ha preso altri altrettanto forti. Io, però, penso solo alla mia squadra. Veniamo da un percorso importante e dobbiamo confermarci ad alti livelli – continua il tecnico -. Vogliamo confermare i nostri principi, non subire, non aspettare e proporre il nostro calcio offensivo, intenso, anche con tanti giocatori sopra palla. Questo – ha aggiunto – richiede grande sforzo e spirito di squadra”.

“Donnarumma? Contento di Maignan”

Gli equilibri non sono cambiati dopo le partenze di Donnarumma e Calhanoglu. “Se sono deluso da Donnarumma? Nella conferenza stampa dell’8 luglio ho ringraziato tutti i giocatori che ci hanno aiutato a fare una bellissima stagione. E ora sono contentissimo di Mike (Maignan, ndr): è un ragazzo molto volenteroso e curioso, anche diffidente, perché vuole imparare cose nuove. È un portiere molto forte che ci darà il suo contributo”. E su Calhanoglu: “Non stiamo cercando un centrocampista simile, stiamo cercando di migliorare la squadra e questo si può fare in qualsiasi reparto – ha sottolineato -. Se ci sarà l’occasione di migliorare la squadra ci faremo trovare pronti, ma abbiamo già giocatori di qualità che possono darci soddisfazioni e giocate che in passato a volte ci sono mancate specie con le squadre più chiuse”.

“Ibra tornerà dopo la sosta”

Le condizioni di Ibrahimovic non preoccupano: “Sta meglio, dopo la sosta credo che potrà rientrare con noi. È un leader, ha grandi motivazioni”. E sulla questione capitano: “Il capitano è Alessio Romagnoli, senza dubbio. Quando non gioca si sceglie il vicecapitano in base agli anni di appartenenza, ma non credo sia così importante chi porta la fascia al braccio: conta avere giocatori uniti e con entusiasmo, tutto questo c’è. Per questo – osserva – sono molto positivo e ho molta fiducia”. Chiusura sulla partita con i blucerchiati: “La Samp difende molto bene, ha una bella identità, ha qualità davanti con Candreva, Gabbiadini, Quagliarella e Damsgaard. È un debutto complicato, difficile: stiamo bene e vogliamo cominciare bene. Crediamo molto nel nostro lavoro, sono consapevole di allenare una squadra forte”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime