Olanda, coltellata al cugino: Quincy Promes accusato di tentato omicidio

Aveva accoltellato il cugino a un ginocchio lo scorso anno durante una festa in famiglia, ora l’olandese Quincy Promes, attaccante della nazionale Orange e dello Spartak Mosca, rischia una condanna dai 24 ai 42 mesi di carcere per tentato omicidio. La notizia shock la spara il quotidiano olandese ‘De Telegraaf’ che spiega come l’ex Ajax aveva già passato due notti in carcere subito dopo l’episodio pur negando le accuse.

L’accusa del Pubblico Ministero

Il fatto sarebbe accaduto nel luglio del 2020 in una villa ad Abcoude, località nella provincia di Utrecht, quando il giocatore indossava la maglia dell’Ajax. La vittima avrebbe riportato gravi ferite. La polizia di Utrecht avrebbe chiuso le indagini nel maggio scorso inoltrando il fascicolo al Pubblico Ministero di Amsterdam che, stando a quanto riportato dal Telegraaf, avrebbe formalmente accusato il giocatore. Lo Spartak Mosca, attuale club dell’attaccante olandese, si è detto convinto che “Promes è completamente concentrato sulle prossime partite” e che “i suoi avvocati, di cui si fida completamente, si stanno occupando del caso”.

Niente nazionale

Intanto questa vicenda gli ha fatto perdere la nazionale. L’ultima apparizione dell’ex Ajax risale all’Europeo, ma da quando in panchina c’è Louis van Gaal, non ha più giocato ed è stato lo stesso Ct Orange a spiegarne il motivo un mese fa: “Quando un calciatore è coinvolto in un caso del genere, è molto più difficile per lui mantenere l’attenzione sul gioco”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime