Nations League, il Portogallo ne fa 4 alla Repubblica Ceca. Spagna sconfitta in casa dalla Svizzera

Al momento stai visualizzando Nations League, il Portogallo ne fa 4 alla Repubblica Ceca. Spagna sconfitta in casa dalla Svizzera

Nations League, il Portogallo ne fa 4 alla Repubblica Ceca. Spagna sconfitta in casa dalla Svizzera

Nations League, il Portogallo ne fa 4 alla Repubblica Ceca. Spagna sconfitta in casa dalla Svizzera

Il Portogallo scavalca la Spagna nel gruppo 2 di Lega A e si avvicina a grandi passi alla fase finale di Nations League. I lusitani hanno vinto di forza (0-3) in Repubblica Ceca e hanno approfittato dell’inattesa battuta d’arresto della Spagna, sconfitta 1-2 a Saragozza dalla Svizzera.

Assist di Leao e Mario Rui, poker del Portogallo

A Praga Ronaldo e compagni hanno vinto anche grazie all’apporto di Leao e Mario Rui che hanno fornito l’assist per i primi due gol, realizzati da Dalot (33′) e Bruno Fernandes (45′). La Repubblica Ceca ha fallito in pieno recupero di primo tempo con Schick un rigore concesso dopo un ingenuo tocco di mano in area di Ronaldo e il Portogallo allora ne ha approfittato per arrotondare il punteggio nella ripresa prima (52′) con un altro bel gol (sinistro a giro da fuori) dell’ex milanista Dalot e poi (82′) con un colpo di testa di Diogo Jota su sponda aerea di Ronaldo.

La Svizzera sorprende la Spagna

Un’opaca Spagna si è fatta sorprendere dalla Svizzera di Rodriguez che si è imposta grazie ai gol di 18′ Akanji (18′) e Embolo (58′) che ha replicato alla rete del momentaneo pari firmata (55′) da Jordi Alba. Per andare alla fase finale ora la squadra di Luis Enrique avrà bisogno di un successo nello scontro diretto con il Portogallo a Lisbona, in programma martedì prossimo.

Israele promosso in Lega A

In Lega B Israele festeggia la promozione in A con un turno d’anticipo piegando (2-1) al 92′ l’Albania di Reja, scesa in campo con gli ‘italiani’ Ismajli, Ajeti, Asllani e Hysaj. Gara ricca di emozioni a Tel-Aviv. Padroni di casa avanti al 46′ con Weissman, raggiunti all’88’ Ozuni. A regalare una notte di festa agli israeliani ha pensato al 92′ Baribo. Ora per non retrocedere in B l’Albania dovrà battere martedì prossimo l’Islanda a Tirana.

Gol di Lukic, due assist di Vlahovic: la Serbia spera ancora

Nel gruppo 4 è tornata a sperare nella promozione la Serbia dopo il successo in rimonta (4-1) sulla Svezia e la contemporanea battuta d’arresto della capolista Norvegia, sorpresa (2-1) in Slovenia. Ora le due squadre sono appaiate in testa a quota 10 punti. La Serbia, scesa in campo con i due Milinkovic-Savic, Kostic, Lukic e Vlahovic, si è imposta grazie a una tripletta di uno scatenato Mitrovic (18′, 45′ e 50′) servito, in occasione del 3-1, da Vlahovic. L’attaccante della Juve ha messo lo zampino anche in occasione del 4-1 smarcando al limite Lukic che ha battuto Olsen con un bel sinistro a giro. La Svezia, in cui ha fatto il suo debutto in assoluto dal 1′ Hien, si era illusa dopo l’iniziale rete (15′) di Claesson.

La Norvegia cade a sorpresa in Slovenia

La Slovenia, con Bijol e Stojanovic titolari e Lovric e Crnigoj utilizzati nel finale, ha sorpreso la Norvegia di Ostigard e Thorstvedt. Ospiti in vantaggio al 47′ con il solito Haaland e superati dalle reti di Sporar (69′) e Sesko (81′). Malgrado il ko la Norvegia resta favorita per la promozione visto che si deciderà tutto martedì sera nello scontro diretto a Oslo con la Serbia che sarà priva del laziale Milinkovic-Savic poiché squalificato. Gli scandinavi avranno due risultati su tre a disposizione avendo vinto (0-1) l’andata a Belgrado.

Hendry-gol, la Scozia rimonta l’Irlanda
Si deciderà all’ultima giornata la promozione anche nel gruppo 1 dove la Scozia ha conservato 2 punti di vantaggio sull’Ucraina piegando 2-1 in rimonta l’Irlanda a Glasgow. Ospiti illusi dalla rete al 18′ di Egan e scavalcati nella ripresa dal colpo di testa del difensore della Cremonese Hendry (50′) su cross di Christie e poi (82′) dallo stesso Christie che ha trasformato un rigore concesso per un fallo di mano di Browne. L’Ucraina, con Malinovskyi per tutti i 90′ in panchina, spera grazie all’agevole 0-5 in Armenia firmato da Tymchyk (22′), Zubkov (57′), Ignatenko (81′) e dalla doppietta di Dovbyk (69′ e 84′). Nell’ultima giornata dovrà, gioco forza, vincere lo scontro diretto con la Scozia, in programma martedì sera a Cracovia, in Polonia.

Kastanos ispira, Cipro sorprende la Grecia
Nel gruppo 2 di Lega C, infine, si rimescolano le carte in zona retrocessione dopo il sorprendente successo (1-0) di Cipro sulla Grecia, già promossa in B. Gli isolani, con Ioannou e Kastanos titolari, hanno vinto grazie a un gol al 18′ Tzionis, lanciato in porta proprio di Kastanos. Spera nella salvezza anche l’Irlanda del Nord che ha battuto per 2-1 in rimonta il Kosovo di Ujkani e Rrahmani (non utilizzati). Alla rete dell’ex laziale Muriqi (58′) hanno risposto nel finale Whyte (82′) e Magennis (90′).

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments