Napoli, Spalletti: “Vittoria sofferta, ma meritata”. Ululati e insulti razzisti a Osimhen, Anguissa e Koulibaly: la Fiorentina si scusa

FIRENZE –   “E’ stata una partita un po’ sofferta, ma abbiamo conquistato una vittoria meritata, anche se risicata. Non è facile dal punto di vista fisico quando trovi squadre che giocano in questa maniera a tutto campo. Per fortuna davanti abbiamo giocatori veloci, difficili da prendere. Bastano due palle che superino la difesa avversaria per fare la differenza”. Luciano Spalletti commenta così la settima vittoria consecutiva in campionato del Napoli, ottenuta al Franchi contro la Fiorentina: “Le cinque sostituzioni allungano la vita alle partite, in alcune circostanze non basta neanche essere in vantaggio 2-0. Abbiamo giocato al di sotto delle nostre possibilità”.

“Non siamo riusciti a far arrivare una palla giocabile a Mertens e Petagna nel finale – ha aggiunto il tecnico dei partenopei – Anguissa è uscito alla grande nel secondo tempo, meglio da mediano. I cambi ci hanno comunque dato una mano. Mertens? Non è ancora al top, ma meglio doverlo aspettare ora che nelle prime tre di campionato dove c’erano tanti assenti. La punizione del 2-1? E’ uno schema del Borussia Dortmund, ce l’ha fatta vedere il nostro analista – ha rivelato Spalletti – L’avrebbe potuta battere anche Mario Rui. Di solito le palle inattive le cura Baldini, studia gli avversari. Poi la fase difensiva viene analizzata da Calzona. Marco Domenichini studia il pressing in attacco. Siamo uno staff, ci dividiamo i compiti”.

De Laurentiis: “Prova di forza importante”

Dopo il successo del Franchi arriva puntale anche il tweet del presidente Aurelio De Laurentiis: “Una grande soddisfazione, 7 vittorie su 7 sono una prova di forza importante. Complimenti a tutti”, commenta il numero uno azzurro che celebra l’ottimo avvio di campionato della squadra di Spalletti.

Ululati e insulti razzisti ai giocatori del Napoli

L’immediato dopo gara, purtroppo, è stato caratterizzato anche da ululati e insulti razzisti all’indirizzo dei giocatori di colore del Napoli. Il primo a essere preso di mira è stato Osimhen, che ha fissato i tifosi della Fiorentina con tono di sfida, mentre Anguissa è rientrato negli spogliatoi ignorando gli insulti. Al termine dell’intervista ai microfoni di ‘Dazn’, poi, è stata la volta di Koulibaly che si è sentito apostrofare con la parola “scimmia” da qualcuno sugli spalti. Il difensore del Napoli ha risposto seccato, invitando i tifosi a scendere in campo per un faccia a faccia. Il direttore generale viola Joe Barone, è poi andato a chiedere scusa a Koulibaly e alla società avversaria per l’accaduto, esprimendo la vicinanza della Fiorentina e ribadendo che per il club viola sono cose “inaccettabili”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x