Napoli, Spalletti: “Potevamo vincere, ma il pari mi sta bene”

“Sono soddisfatto del punto”. Luciano Spalletti si accontenta dopo l’1-1 con l’Inter. “Certo ci sono capitati un paio di palloni veramente importanti per mettere a posto il risultato ma va bene così, facciamo la nostra esperienza”, sottolinea il tecnico azzurro. “Bisogna sempre accettare con serenità quello che dice il campo. Poi si traggono insegnamenti e spunti: abbiamo faticato a tenere il palleggio ma nel complesso abbiamo disputato una buonissima partita. L’avevamo preparata per contrastare una squadra forte sulle fasce e per lunghi tratti l’abbiamo fatto bene. La differenza la fa sempre la gestione della palla: quando questa diminuisce si fa tutto più difficile”.

“Osimhen ha grandi potenzialità, gli manca l’esperienza”

Spalletti è soddisfatto anche della prova di Osimhen: “Ha delle potenzialità infinite. Qualche volta si scollega un po’ dalla squadra, andando nell’uno contro uno. Però ha tutte le caratteristiche dell’attaccante micidiale. Gli manca solo un po’ di esperienza. E’ giovane, ma le qualità ci sono tutte”.

“A Barcellona con il petto in fuori”

Ora per il tecnico testa già alla trasferta di giovedì al Camp Nou per sfidare il Barcellona in Europa League: “Saranno due partite bellissime, che vale la pena giocarsi con la postura di chi è forte, col petto in fuori, dobbiamo far vedere quella voglia di andare oltre ai nostri limiti. Siamo contenti, ma non abbiamo tirato fuori tutto quello che era possibile oggi. Dobbiamo continuare a tenere questa leggerezza talentuosa, in alcuni momenti l’abbiamo fatta vedere, in altri ci siamo abbassati un po’ troppo. Dobbiamo essere bravi a portare la partita per quelle che sono le nostre caratteristiche”, conclude.

Koulibaly: “Dobbiamo continuare a credere nello scudetto” 

Per Kalidou Koulibaly il pari non compromette nulla in chiave scudetto: “Dobbiamo continuare a crederci perché abbiamo fatto un buon lavoro finora. Peccato aver preso quel gol: segnare da quella posizione era difficile per Dzeko. Potevamo portare a casa i tre punti. La partita? Potevamo fare un po’ di più, nel secondo tempo abbiamo subito un po’ troppo. Potevamo gestire meglio la palla, ci siamo abbassati troppo, ma non dobbiamo essere scontenti: un punto contro l’Inter è importante. Io prossimo capitano? Il capitano è Lorenzo, è il simbolo del Napoli e dobbiamo rispettarlo. Gli voglio un sacco di bene. Abbiamo una bella corsa da fare, dobbiamo finire almeno in Champions, ma vogliamo ottenere il bonus”.

Di Lorenzo: “Peccato aver subito il pari in quel modo”

Giovanni Di Lorenzo è rimasto con un po’ d’amaro in bocca: “C’è un po’ di rammarico, soprattutto per il primo tempo che abbiamo disputato. Nel secondo è uscita la qualità dell’Inter: ci portiamo a casa questo punto”. Il terzino azzurro è stato involontario protagonista nell’azione del pari, nato grazie anche a uno sfortunato rimpallo addosso a lui: “Avevamo la partita in mano, Dzeko è riuscito a concretizzare quel pallone lì: è svettato per colpire la palla, l’ha sfiorata leggermente ed è finita sul mio ginocchio ed è tornata precisa a lui… Ora dobbiamo solo pensare a ripartire subito”.

Napoli, Spalletti: "Potevamo vincere, ma il pari mi sta bene"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments