Napoli, Spalletti: ”Niente alibi, potevamo fare di più”

C’è amarezza nel volto di Luciano Spalletti dopo l’1-1 casalingo del suo Napoli contro il Verona: “Nel secondo tempo ci siamo un po’ disuniti, potevamo fare di più. Queste difficoltà delle distanze ci sono state e poi loro sono bravi perché ti vengono addosso uomo contro uomo, sono abituati a giocare con spazi larghi. Stanchezza per gli impegni europei? Non dobbiamo cercare alibi”.

“Mi dispiace per i tifosi”

Il tecnico dei campani sperava in qualcosa in più soprattutto nella ripresa: “Dovevamo avere più qualità senza farsi portare via palla. Noi siamo meno abituati a partita del genere. Mi dispiace per i tifosi perché erano tornati i ragazzi della curva. Questo risultato va accettato”. Nessuna polemica arbitrale: “Tutto abbastanza normale, niente nervosismo”. Anche se Spalletti un sassolino dalla scarpa se lo leva: “È un pochino una tecnica nuova quello di far fallo sulla trequarti avversaria, loro per non farti far strada fanno fallo. Di questi atteggiamenti qui ormai ce ne sono tanti e bisogna mettersi al passo con i tempi, è una tecnica nuova che dobbiamo imparare quella dell’uomo contro uomo negli spazi larghi”.

“Io 13° uomo? Numero che mi piace”

In difesa ha giocato l’inedita coppia Rrahmani-Juan Jesus: “Sono forti dal punto di vista fisico, entrambi attenti, due che lo spazio gliel’attacchi male”. Battuta finale sul presidente De Laurentiis, che ha definito Spalletti il “tredicesimo uomo” del Napoli: “Non mi è andata male, il 13 è un numero che mi piace”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime