Napoli, Spalletti: “Nessuna emergenza, la rosa è ampia e siamo qui per vincere”

VARSAVIA – Luciano Spalletti parla alla vigilia della sfida di Europa League contro il Legia Varsavia.

Che atteggiamento avrà il Napoli in Polinia?
“La squadra non è di certo indebolita dalle assenze. Noi abbiamo una rosa che ci permette di poter sostituire qualche giocatore che finora è stato utilizzato più spesso. Siamo venuti qui per vincere la partita. L’Europa League è una competizione a cui teniamo. Sappiamo che sarà difficile in Polonia, ma noi vogliamo vincere contro il Legia”.

Se il Napoli avesse giocato in casa, Insigne e Fabian avrebbero potuto essere almeno in panchina?
“E’ una addizioni di valutazioni. L’ho fatto anche domenica a Salerno e abbiamo deciso di tenere in panchina Lorenzo. Noi valutiamo tanti fattori. Insigne si è allenato martedì, ma il suo muscolo si è affaticato un pochettino. Potrebbe anche giocare, ma c’è una partita domenica e ho altri calciatori che meritano. Utilizzare quelli che ho lasciato a casa sarebbe stato un rischio”.

Senza un centravanti di ruolo il Napoli soffre?
“Mertens ha giocato una partita sotto il suo livello, a Salerno. Ma lui e Petagna sono altrettanto validi e possono portarci entrambi all’obiettivo”.

Chi sceglierà?
“Quelli che sono qui in Polonia, giocano tutti. Con le 5 sostituzioni ci sarà spazio per oguno dei convocati. Per noi è un grande vantaggio avere più cambi. Tutti i disponibili possono far vedere le loro qualità. A noi non manca niente. Abbiamo una squadra forte e possiamo essere soddisfatti soltanto se vinciamo”.

Come sta Juan Jesus. Dovrà giocare per l’emergenza due partite in pochi giorni…
“E’ un giocatore muscolare e fisico. Juan Jesus è molto resistente, per cui mi aspetto che possa andare a mettere a posto questa difficoltà momentanea che abbiamo per il ruolo del centrale. Nell’economia della partita può darsi che ci sia la possibilità di togliergli qualche minuto, domani. Da un punto di vista fisico, è una belva. E’ difficile trovargli un difetto”.

Ounas può giocare esterno o dietro la punta?
“E’ un calciatore offensivo, ha tante qualità e le può utilizzare dove vuole. Ma chiedergli delle rincorse come fa un esterno come Politano o Lozano significa non sfruttare a pieno le sue qualità. Ha estro e sa saltare l’uomo nello stretto. Ha un piede mancino importante”.

Ci saranno 500 tifosi domani.
“Noi sentiamo la vicinanza della gente. Se riuscissimo ad averli tutti vicini, i nostri tifosi, avremmo un calciatore più in rosa”.

Ci tenete all’Europa League?
“Non capisco perché dovremmo tenerci poco. Che segnali darei ai calciatori che sono qui? E’ sbagliato dal punto di vista professionale. Tutti devono esprimere il loro talento”.

Gioca Meret?
“Sì, gioca. E’ un portiere forte, è un altro portiere titolare come Ospina. Ma non possiamo farne giocare due, purtroppo”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime