Napoli, Spalletti: “L’Ajax ci somiglia, sarà emozionante nello stadio intitolato a Cruyff”

Al momento stai visualizzando Napoli, Spalletti: “L’Ajax ci somiglia, sarà emozionante nello stadio intitolato a Cruyff”

AMSTERDAM – La striscia aperta per il Napoli è di 6 vittorie consecutive, comprese quelle conquistate nelle prime due giornate della Champions League contro Liverpool e Rangers, che hanno messo subito in discesa la strada verso gli  ottavi di finale. Per questo gli azzurri sono sbarcati in Olanda con il morale alto, la carica dei 2600 tifosi al seguito in arrivo dall’Italia e la consapevolezza di avere quasi un match ball per superare il turno in largo anticipo, nei 90′ contro l’Ajax all’Amsterdam Arena. Ma alla vigilia Luciano Spalletti (ancora privo del convalescente Osimhen, che non è stato convocato) ha tirato saggiamente un po’ il freno. “Ci aspetta un avversario forte e dalle caratteristiche simili alle nostre, nella voglia di costruire dal basso e giocare con la palla a terra. Sarà una sfida emozionante, contro un club fantastico e in uno stadio magnifico. Sono le grandi partite come questa che possono farci diventare grandi, sarà però fondamentale scendere in campo per giocare il nostro solito calcio, che è sempre propositivo e aggressivo. Se saremo straordinari, vista la situazione di classifica, potremmo chiudere il discorso della qualificazione anche in questo doppio confronto ravvicinato. I Lancieri hanno però giocatori giovani e forti come i nostri, con un po’ di esperienza internazionale in più. Serviranno delle prestazioni di altissimo livello”, ha messo in chiaro il tecnico toscano, senza sbilanciarsi sulla formazione che manderà in campo. “Potrebbero esserci due o tre cambi, dipenderà pure dalle condizioni fisiche e dal recupero dei singoli: fermo restando che nel mio gruppo ci sono solamente titolari e non riserve”.

Spalletti è apparso molto carico e sorridente. “Sto provando la stessa sensazione di Glasgow: è un’altra vigilia di Natale: forse più bella perché giochiamo in uno stadio intitolato a Cruyff. Il tecnico dell’Ajax ha detto che il Napoli più forte del Liverpool? Ha un po’ esagerato con i complimenti, ma gli rispondo che può stare tranquillo: noi non cambieremo nulla nel nostro modo di comportarci, non ci saranno cervelli distratti, scenderemo in campo con la massima concentrazione e umiltà. Di una cosa sono certo, non siamo ancora arrivati al top delle nostre potenzialità. Possiamo fare altri step in avanti”. Top secret la formazione, con Lozano e Simeone che si candidano comunque per partire dal primo minuto in attacco, dando il cambio a Politano e Raspadori.

Prima di Spalletti si era presentato in conferenza anche Alex Meret, protagonista di un ottimo avvio di stagione soprattutto in Champions League, nelle precedenti sfide contro Liverpool e Rangers. “Ho sempre lavorato al massimo e adesso che sto trovando continuità è più facile dimostrare il mio valore. L’accordo per il mio rinnovo con il Napoli c’è e manca solo la formalizzazione, ma adesso sono concentrato solo sulla partita. Sirigu è una figura importante nello spogliatoio ed è un piacere lavorare con lui, come già mi era capitato con la Nazionale. L’Ajax è forte in attacco e dovremo essere bravi a limitare le loro soluzioni offensive, sapendo che in questo stadio saranno 90′ difficili. La squadra però è pronta e daremo il massimo per conquistare la vittoria. Sto cercando di migliorare ancora nel gioco con i piedi, anche se un bravo portiere non si giudica per me solamente da questa specifica capacità. 

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments