Napoli, Spalletti: “La Champions è un grande obiettivo. Il futuro? Il prossimo allenamento…”

TORINO – Un’altra replica piccata ai giornalisti, un altro successo prezioso per chiudere la stagione. Luciano Spalletti difende il lavoro del Napoli e accusa la stampa dopo le critiche relative alla sua assenza nella conferenza stampa della vigilia del match poi vinto con il Torino: “Da qui al prossimo anno è lunga, dobbiamo farci trovare pronti anche per il finale di campionato. Ieri non ho parlato per dare merito a quelli che fanno molto lavoro sul campo e fuori dal campo. Dobbiamo rendere speciali queste partite che mancano e voglio far sentire importanti tutti quelli dello staff. Li ho fatti parlare quando abbiamo raggiunto un grandissimo obiettivo, perché togliergli i meriti per quello che hanno fatto? Il futuro per noi è il prossimo allenamento, quello che è importante è vedere quando si gioca, quando ci si allena, con giocatori che rinunciano anche al giorno di lavoro. Ma quello non vi interessa, interessa solo se si vince il campionato oppure no”.

Una partita difficile

Il tecnico analizza le difficoltà del Napoli nel primo tempo: “Siccome inizialmente non attaccavano Ospina, i centrali dovevano alzarsi e lasciargli campo, per dargli una soluzione e far stancare gli attaccanti che vanno su di lui. Quella per me è la soluzione contro squadre che hanno questa concezione di uomo contro uomo in ogni zona del campo. Sono abituati a fare queste corse lunghe, a metterla sul duello, a sbatterti addosso: noi dobbiamo ancora migliorare in questo. Nel secondo tempo siamo riusciti a far valere di più la tecnica. Volevamo portarli in zone di campo dove non si trovano a loro agio ma diventa difficile, finché ce la fanno ti inseguono. Bisogna non dargli riferimento facendo girare continuamente la palla”. Un passaggio anche su Fabian Ruiz, che ha deciso il match dopo un periodo difficile, e su Insigne, apparso nervoso dopo aver sbagliato il rigore del potenziale vantaggio: “Ruiz ha la mazza da golf quando calcia in porta, riesce sempre a piazzarla, e a volte sembra che le gambe vadano più piano ma il pensiero corre sempre. Insigne deve viverla serenamente. Ha fatto questa scelta che va accettata, noi perdiamo un giocatore del suo livello e non sarà facile. Lui ha già dimostrato tutto il suo valore di calciatore e di uomo, può girare sempre a testa alta, è stato sempre un calciatore leale, qualitativo, abbiamo goduto delle sue qualità e delle sue giocate”.

Napoli, Spalletti: "La Champions è un grande obiettivo. Il futuro? Il prossimo allenamento..."Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments