Napoli, Spalletti: “Con l’Ajax zero calcoli, vogliamo qualificarci agli ottavi davanti ai nostri tifosi”

Al momento stai visualizzando Napoli, Spalletti: “Con l’Ajax zero calcoli, vogliamo qualificarci agli ottavi davanti ai nostri tifosi”

NAPOLI — È passata appena una settimana dal 6-1 di Amsterdam e il Napoli aspetta l’Ajax al Maradona per chiudere i conti, in una rivincita che può regalare agli azzurri con 180′ di anticipo la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League. Alla squadra di Luciano Spalletti basterà infatti un pareggio per tagliare con sorprendente scioltezza il traguardo, quasi ipotecato grazie alle tre vittorie consecutive conquistate finora nel gruppo A. Ma il tecnico toscano non considera una formalità la sfida di ritorno con gli olandesi. “Sappiamo che la loro reazione alla sconfitta subita nell’andata sarà forte e noi dovremo essere pronti a rispondere con la stessa carica agonistica, mostrando di avere fame e di saper mantenere la concentrazione che si ha in una finale. Non sappiamo invece se siamo in grado di fare calcoli, non ci abbiamo mai provato e quindi è meglio non farli. Ci giochiamo il passaggio del turno nel nostro stadio e davanti a 55 mila tifosi. Ho detto ai miei giocatori che il giusto approccio nei minuti iniziali sarà determinante”.

Osimhen convocato con l’Ajax

Spalletti cambierà qualcosa come sempre nella formazione di partenza del Napoli. “Le rotazioni in questa fase della gestione sono necessarie. Torna tra i convocati dopo l’infortunio anche un calciatore top come Osimhen e per noi è molto importante riaverlo. Si è invece fermato dopo la sfida a Cremona Rrahmani per colpa di una torsione particolare, che non è dipesa dallo stress per le tante partite. Ci dispiace per lui, ma non avremo problemi a schierare una formazione comunque competitiva”. Il difensore kosovaro ha subito la lesione di un legamento del muscolo adduttore e starà fuori per un mese, in cui al suo posto si dovranno alternere Ostigard e Juan Jesus. Con l’Ajax dovrebbe toccare al brasiliano, mentre è certo il rientro di Zielinski a centrocampo e in attacco ci saranno due ballottaggi: Politano-Lozano e Kvaratskhelia-Elmas.

Spalletti: “Il Napoli sa tenere i ritmi della Champions”

Spalletti è fiducioso, a prescindere dai giocatori che andranno in campo. “Si pensava dopo il sorteggio a un girone durissimo, anche per il prestigio dei nostri avversari a livello internazionale. Invece siamo stati bravi a partire forte e ora dobbiamo completare l’opera. Il Napoli si trova a suo agio con i ritmi più elevati del calcio internazionale e le 8 vittorie di fila non ci hanno appagato. In alcuni momenti a Cremona il nostro ritmo è stato più basso rispetto allo standard delle precedenti partite, è vero: ma non so se è dipeso dalla stanchezza o dalle difficoltà che ci hanno creato gli avversari. Posso solo dire che in allenamento ho visto la mia squadra benissimo”, ha chiuso il tecnico toscano.

Raspadori: “A mio agio come punta centrale”

Alla vigilia per il Napoli ha parlato anche Giacomo Raspadori, che si è subito premurato di dare il bentornato a Victor Osimhen. “Più siamo e meglio è, visto che si gioca in continuazione e c’è bisogno di tutti per mantenere in alto la squadra. Non è importante partire tra i titolari o dalla panchina: conta solo dare il massimo quando il nostro tecnico ci chiama in causa, pure per pochi minuti”, ha detto il giovane attaccante della Nazionale, già a segno per tre volte nella sua prima apparizione in Champions League. “Nel ruolo di punta centrale mi sono sempre sentito a mio agio e i compagni mi hanno dato una mano per ambientarmi in fretta. L’Ajax avrà voglia di rivincita dopo il 6-1 della gara di andata, ma al Maradona siamo a casa nostra e i tifosi sono convinto che i tifosi ci daranno una grande mano. Intorno a noi c’è un clima bellissimo e questo entusiasmo può solo far bene”.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments