Napoli, Spalletti: “Con il Milan è il nostro esame di laurea. Osimhen? Non dipendiamo dal singolo”

Al momento stai visualizzando Napoli, Spalletti: “Con il Milan è il nostro esame di laurea. Osimhen? Non dipendiamo dal singolo”

NAPOLI – Dalla Champions League al campionato, con dietro l’angolo la sfida al vertice di San Siro contro il Milan. Le fatiche del tour de force si fanno sentire, ma Luciano Spalletti si aspetta lo stesso dal suo Napoli una risposta importante. “Stiamo dimostrando di aver acquisito una mentalità vincente e affrontiamo una squadra che per caratteristiche ci assomiglia. Sono convinto che sarà una bella partita, con l’etichetta di un esame di laurea per il mio gruppo. È presto invece per dare a questi 90′ l’etichetta di sfida scudetto. Loro sono campioni d’Italia e tocca a noi andare più forte per raggiungerli. La nostra buona partenza era meno prevedibile, dopo i tantissimi cambiamenti che abbiamo fatto sul mercato. Ma ho sempre creduto nella potenzialità di questo gruppo e quindi non sono poi così sorpreso, anche se siamo ancora in una fase di costruzione e più giovani pure anagraficamente, con l’obbligo di conseguenza di tenere sempre al massimo la concentrazione: può bastare un episodio negativo per cambiare l’inerzia di una gara e a volte perfino di una stagione”. 

Spalletti ha detto alla vigilia di avere massimo rispetto per il Milan e per Pioli. “È un collega che stimo molto e che lavora in una società fortissima”. Ma allo stesso tempo ha spiegato di arrivare a San Siro senza particolari timori. “Sono fiducioso, perché vedo grande convinzione nella mia squadra. L’assenza di Oshimen? Tutti sono importanti e ci mancherà, però abbiamo già dimostrato di non dipendere da un solo giocatore. Posso scegliere tra Raspadori e Simeone, che hanno delle caratteristiche diverse tra loro e ci garantiscono più di una soluzione nel reparto offensivo”. Dovrebbe partire tra i titolari il giovane attaccante della Nazionale e sarà l’unica novità nella formazione di partenza rispetto alla trasferta di mercoledì scorso a Glasgow. Confermati tutti gli altri protagonisti della vittoria in Champions.

Il Napoli arriva a San Siro con il morale alto, anche per le convocazioni di Meret, Di Lorenzo, Politano, Zerbin e Raspadori in Nazionale. “Sono soddisfatto per i nostri calciatori. Mancini è sempre attento ai ragazzi emergenti e che hanno buone intenzioni. I nostri le hanno, è un piacere vederli lavorare in allenamento”. Ma l’Italia può attendere e Spalletti è concentrato solo sulla trasferta di San Siro, che potrebbe lanciare gli azzurri in un’altra dimensione. “Dipende dalla prestazione che faremo e dall’atteggiamento che riusciremo ad avere. C’è da andare a Milano e ripetere certe prove. Dobbiamo perdere pochi palloni, altrimenti i rossoneri sono poi bravi ad attaccare gli spazi e a costruire un’azione offensiva. Noi dobbiamo portare un po’ di gente in più nel reparto offensivo, per segnare. Sarà fondamentale perdere poco la palla”. Il tecnico è però ottimista e ha un gruppo che gli piace. “Siamo una squadra costruita con giocatori tecnici e con la stessa idea di calcio. In questo somigliamo al Milan. Abbiamo provato  a prendere il meglio in base ai calciatori che abbiamo in rosa”. Per ora sta funzionando.

Napoli, Spalletti: "Con il Milan è il nostro esame di laurea. Osimhen? Non dipendiamo dal singolo"Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments