Napoli, Spalletti: “C’è delusione, preso un gol evitabile. Mourinho? Chi viene qui alza sempre la voce”

“C’è delusione, anche perché per certi tratti avevamo condotto bene la partita”. Luciano Spalletti non nasconde l’amarezza per aver lasciato sul campi altri due punti pesanti nella corsa scudetto. “Dispiace perché abbiamo subito un gol evitabilissimo sia dal gol dal punto di vista tattico che di sviluppo della manovra. In quel momento avevamo tutti centrocampisti freschi, non siamo stati bravi a gestire la palla come mi aspettavo. Il risultato ci penalizza nella classifica ma credo che per lunghi tratti abbiamo giocato un buonissimo calcio. Potevamo segnare un altro gol nella prima parte, poi abbiamo sofferto. Di fronte avevamo una Roma forte che in certe situazioni ci ha creato qualche problema”.

“Chi è entrato non ha fatto quello che doveva”

Il Napoli pare aver pagato l’uscita dal campo di Lobotka per infortunio e il passaggio alla difesa a tre nel finale. Il tecnico azzurro ribatte: “Già da prima che uscisse non eravamo fluidi a far girare palla e soffrivamo il fatto che loro cambiavano sempre gioco sul quinto. Senza Lobo la palla ha girato un po’ peggio, ma non penso sia dipeso soltanto da lui. Penso sia dipeso soprattutto da quello che hanno fatto quelli che sono subentrati. Avevamo 4 giocatori freschi su 5, bisognava fare di più. Invece di palleggiare abbiamo alzato la palla ed è diventato più difficile. Dal punto di vista tattico, invece, secondo me ci siamo sistemati meglio”.

“Le lacrime di Insigne? Si avvicina l’addio…”

A fine partita Lorenzo Insigne è scoppiato in lacrime per la delusione del risultato. Spalletti commenta: “Non l’ho visto comunque si avvicina il momento di lasciare la squadra per cui ha sempre giocato per cui vive sensazioni particolari. Io posso dire che ha disputato una buona partita. Quando c’è stato da prendersi delle responsabilità ha assolto pienamente il compito”.

“Mourinho? Chi viene qui alza sempre la voce”

In chiusura Spalletti non replica alle polemiche sull’arbitraggio di Mourinho: “Dico solo che dall’inizio dell’anno dico alla mia panchina di restare seduti. E’ la squadra avversaria, quando viene nel nostro stadio, che agisce quasi da padrona di casa. Noi restiamo seduti e facciamo lavorare gli arbitri. Di Bello è stato richiamato dal Var perché era calcio di rigore, è stato un intervento corretto”, conclude.

Napoli, Spalletti: "C'è delusione, preso un gol evitabile. Mourinho? Chi viene qui alza sempre la voce"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

ma tutti i miliardi di punti che il napoli aveva recuperato all’inter?
dove sono finiti?
se li sono bruciati nel fuoco del vesuvio?

castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

Le lacrime di Insigne, l’amarezza di Spalletti: il Napoli in casa dice addio al sogno ScudettoLORENZO INSIGNE: grande giocatore. di lui ci si ricorderá che sa tirare bene i rigori (a differenza di giorginho) e che ogni tanto imbrocca qualche tiro a girare…
e il resto?
il resto é che i campioni sanno fare anche altro, molto altro…
é ovvio cha avendo in squadra un solo giocatore di livello sopra alla media, devi pompartelo e gasartelo come fosse un fuoriclasse.
ma le partite internazionali hanno ampiamente dimostrato che un fuoriclasse non lo é affatto.