Napoli, la rabbia di Liverpool per battere l’Atalanta: Spalletti a Bergamo per la fuga scudetto

Al momento stai visualizzando Napoli, la rabbia di Liverpool per battere l’Atalanta: Spalletti a Bergamo per la fuga scudetto

LIVERPOOL — Le sconfitte bruciano sempre e al Napoli ha dato fastidio perdere la sua imbattibilità stagionale, anche se il ko di Anfield è arrivato dopo una lunga striscia positiva di 15 successi e due pareggi (campionato compreso) e non ha impedito agli azzurri di conquistare lo stesso il primo posto nel Gruppo A: molto prezioso in vista del sorteggio per gli ottavi di finale di Champions, in programma lunedì in Svizzera. Ma a caldo la squadra c’era rimasta male lo stesso per il 2-0 subito dal Liverpool e per rincuorare i suoi giocatori è intervenuto Luciano Spalletti, parlando al microfono dell’aereo durante il volo di ritorno verso lo scalo di Capodichino, dove il charter partito dall’Inghilterra è atterrato alle 4.30 del mattino. “Complimenti a tutti: abbiamo vinto un girone difficile e ci siamo lasciati dietro anche i campioni d’Europa in carica”, ha tirato le somme l’allenatore toscano, invitando il suo gruppo a voltare pagina in fretta e senza rimpianti. “Sabato c’è l’anticipo di Bergamo con l’Atalanta e adesso conta solamente recuperare le forze, dopo aver affrontato 90′ molto dispendiosi“.

Napoli, con l’Atalanta l’occasione per la fuga scudetto

Dalla Champions (obiettivo centrato) al campionato, in cui il Napoli ha appena allungato il passo e guida la classifica con 5 punti di vantaggio proprio nei confronti dell’Atalanta: alla vigilia dello scontro diretto a Bergamo. “Mancano tre partite prima della sosta e dobbiamo vincerle tutte”, ha rilanciato subito la sfida Matteo Politano, che al Gewiss Stadium farà come al solito staffetta con Hirving Lozano. Pronti al rientro tra i titolari pure Juan Jesus, Mario Rui e Zielinski. Spalletti con la qualificazione già in tasca si è potuto permettere ad Anfield un po’ di turnover, che tornerà utile agli azzurri nella sfida al vertice della Serie A. Ma la capolista avrà solo due giorni di tempo per prepararla e dovrà soprattutto recuperare in fretta la fiducia nei suoi mezzi, dopo aver scoperto di non essere imbattibile. Per Di Lorenzo e compagni c’è alle porte un delicato esame di maturità. 

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments