Napoli, Insigne-De Laurentiis: no allo scontro frontale per il contratto

NAPOLI – Si ferma il campionato e durante la sosta ritorna puntualmente al centro dell’attenzione il futuro di Lorenzo Insigne, che ha il contratto in scadenza alla fine della stagione e da gennaio potrà dunque trattare il suo trasferimento a parametro zero in un altro club: sempre che nel frattempo non trovi un accordo per il rinnovo con il Napoli. La trattativa è in stand by dopo i primi contatti tra Aurelio De Laurentiis e il procuratore del capitano, Vincenzo Pisacane, che sono serviti peraltro a fissare un importante punto di partenza: entrambe le parti sperano di evitare nel limite del possibile lo scontro frontale e il conseguente rischio di un clamoroso divorzio. Non lo vuole il presidente, consapevole del ruolo molto importante che ha il capitano negli equilibri della squadra e pure come leader all’interno dello spogliatoio. Ma a 30 anni compiuti e dopo una carriera da bandiera azzurra andrebbe via malvolentieri dalla sua città anche l’attaccante della Nazionale, che ha fatto da tempo una scelta di vita e teme di doverla rinnegare proprio in extremis, per di più con l’odiosa etichetta addosso di mercenario.  

Le mosse dell’Inter se va via Sanchez

Ci sono dunque i margini per venirsi incontro, anche per non gettare un’ombra sul momento magico del Napoli, primo in classifica a punteggio pieno dopo 7 giornate di campionato. De Laurentiis sa che il contratto di Insigne è più di una nuvola nel cielo azzurro e per questo ha fatto nei giorni scorsi la prima mossa, invitando a pranzo l’agente del capitano. Ma la distanza tra l’offerta del club e la richiesta del capitano è molto ampia, per il momento. Saranno necessari altri incontri per cercare di limarla e intanto le voci sul futuro del numero 10 della Nazionale continueranno a rincorrersi quasi fisiologicamente. In estate si era fatta avanti timidamente l’Inter, che potrebbe tornare alla carica a gennaio in caso di rottura definitiva con Sanchez. Dall’estero ci sono stati invece solamente dei sondaggi, rimasti per il momento flebili e fini a se stessi.  

La speranza di un rilancio

La prima scelta di Insigne rimane il Napoli, anche se l’agente del giocatore si sta guardando ovviamente intorno e valuterà le proposte alternative più concrete, se e quando arriveranno. Il capitano azzurro e il suo entourage sperano in un rilancio di De Laurentiis, che però non intende derogare più di tanto alla linea dell’austerity, indispensabile a giudizio del presidente per mettere in sicurezza i conti del club. In mezzo c’è Spalletti, costretto a gestire un caso potenzialmente spinoso, soprattutto adesso che c’è da difendere il primato in classifica. Ma il tecnico ha abbastanza esperienza per tenere sotto controllo la situazione, rimanendo equidistante tra le parti. Domenica arriva il Torino e da oggi al centro sportivo di Castel Volturno non ci sarà più spazio per altri argomenti.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime